I carabinieri sgominano banda di rapinatori seriali VIDEO

Aveva creato preoccupazione tra i commercianti

CATANIA – Sono ritenuti responsabili di 6 rapine, di cui 1 tentata, ai danni di uffici postali, farmacie, distributori di carburante e supermercati di Acireale, Aci Catena, Viagrande e San Giovanni La Punta.

Un commando di 5 persone, composto da Rosario Giuseppe Marino, 37 anni, già detenuto nel carcere di piazza Lanza a Catania, Davide Copercini di 34, Danilo Letterio Cannavò di 35, Giuseppe Cannavò di 24 e Sebastiano Giuseppe Pagano di 42, destinatari di un’ordinanza di custodia cautelare eseguita dai carabinieri per rapina aggravata in concorso e ricettazione. L’indagine denominata “Ghibli” si riferisce al periodo compreso tra maggio e luglio 2018. Il gruppo criminale per mettere a segno i colpi utilizzava sempre lo stesso metodo: dopo i sopralluoghi effettuati per vagliare l’obiettivo e le vie di fuga, rubava le autovetture necessarie per le rapine che venivano abbandonate subito dopo la consumazione delle stesse. Prima dei colpi veniva definito ogni singolo ruolo: c’era chi si occupava di rubare le auto, chi effettuata i sopralluoghi, chi fungeva da palo, chi guidava i mezzi e chi materialmente faceva irruzione sempre travisato da passamontagna o da casco integrale. I malviventi avevano creato grande preoccupazione tra i commercianti acesi, sia per la rapida successione delle rapine, sia per la ferocia e l’efficacia con la quale le stesse venivano compiute.

VIDEO https://youtu.be/7lQ2GbMEqPY

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica