“No alla vendita di parte del boschetto della Playa”

L’amministrazione Pogliese valuta azioni legali
CATANIA – E’ un coro univoco di proteste quello che si è sollevato in queste ore contro la decisione dell’agenzia del demanio di mettere in vendita 7 mila metri quadrati del boschetto della playa di Catania.

Il prezzo di vendita è di 26 mila euro, 3 euro e 70 centesimi al metro quadro. Le offerte possono essere presentate entro il prossimo 20 settembre. La zona interessata, sottolinea Catania Bene Comune che si è occupata della questione di cui si è accorto il consigliere Cinquestelle Graziano Bonaccorsi, corrisponde con quella interessata dal vasto incendio dello scorso mese di luglio sul quale non è stata fatta ancora chiarezza e di cui non è ancora nota la matrice. Il movimento politico chiede allora l’intervento della magistratura per verificare l’eventuale presenza di interessi illeciti. “L’amministrazione Comunale farà quanto nelle proprie possibilità perché il boschetto della Playa rimanga tutto di proprietà pubblica” ha detto il sindaco Salvo Pogliese secondo cui “la decisione dell’Agenzia del Demanio è sbagliata e immotivata, perché non considera gli interessi pubblici di un’area di grande valore ambientale che deve rimanere libera”. Il comune, che ha pronto un progetto di ristrutturazione di oltre 7 milioni di euro, vuole capire se ci siano vizi di forma nella procedura che non ha tenuto conto della sua volontà.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica