Bimbo dimenticato dal padre in auto

Uomo indagato per omicidio colposo

CATANIA – Dimenticare il figlioletto in auto per un’intera mattinata. Sembra impossibile eppure è accaduto e purtroppo, ironia della sorte, non è la prima volta a Catania.

Andando a ripercorrere quanto accaduto ieri, la giornata del padre del piccolo, 43enne assegnista di ricerca presso il dipartimento di Ingegneria e architettura dell’Università di Catania è iniziata ieri come consuetudine alle 8. L’uomo ha il compito di accompagnare il figlio di 2 anni all’asilo. Sale a bordo della sua auto ed a quel punto la mente si spegne. Non fa la prevista sosta ma ferma il mezzo direttamente nel parcheggio della cittadella universitaria prospiciente via Passo Gravina. Il bambino sul seggiolino forse si è assopito e neppure si rende conto di quanto sta per capitare. Il 43enne si reca al lavoro, fuori fa caldo, il termometro segna 35 gradi. Trascorrono almeno 5 ore. Nessuno incredibilmente si accorge della presenza in auto del bambino. Intorno alle 13,30 l’uomo riceve una telefonata che mai potrà dimenticare. E’ quella della moglie che si trova all’asilo dove le dicono che il figlio ieri mattina non è mai arrivato sul posto. L’uomo a quel punto si rende conto del black out subito ed inizia a correre verso il parcheggio trovando il figlio privo di conoscenza. Accende l’auto e parte verso il più vicino pronto soccorso che è quello del Policlinico. I medici prendono in carico il bambino alle 14,30 in arresto cardiocircolatorio. Alle 14,46 il decesso. Troppo gravi le condizioni per sperare nel miracolo. Il caldo asfissiante non gli ha permesso di respirare l’ossigeno ormai rarefatto dell’auto. La notizia del decesso del bambino si diffonde a macchia d’olio nella struttura sanitaria. Si viene a sapere poi che la madre del piccolo è medico radiologo proprio al policlinico e addirittura che il nonno è un chirurgo endocrinologo che ha affiancato i colleghi nel disperato tentativo di soccorrere il nipote. Una tragedia nella tragedia per la quale è difficile commentare o fornire qualsiasi spiegazione. Di certo c’è un padre disperato ed una famiglia distrutta. Il pm di Catania Andrea Norzi ha aperto nei confronti dell’uomo un fascicolo per omicidio colposo come atto dovuto. Le indagini sono svolte dalla Polizia. Il parcheggio sarebbe sprovvisto di telecamere.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica