Lampedusa, riprese le ricerche dei dispersi

Tanti i racconti dei sopravvissuti

Sono riprese a Lampedusa le ricerche dei dispersi del naufragio avvenuto nella notte tra domenica e lunedì a 6 miglia dalle coste dell’isola. Al momento è in volo un elicottero della Guardia Costiera, mentre le motovedette sono ancora in porto in attesa che le condizioni del mare migliorino. Stando al racconto dei superstiti, sarebbero più di 15 le persone che mancano all’appello, tra cui 8 bambini.

“L’ho afferrato per cercare di riportalo a galla, ma un altro migrante si è aggrappato ai miei pantaloni e mi stava portando a fondo. Ho dovuto lasciarlo per sopravvivere”. Così Wissen, un ragazzo tunisino di 19 anni, ha raccontato a pm e investigatori come nella notte tra domenica e lunedì ha tentato di salvare la piccola di 8 mesi che era sul barcone che si è capovolto al largo di Lampedusa. Il ragazzo ha detto di essere caduto in acqua e quando ha aperto gli occhi ha visto la bimba che stava affogando. Così lo ha preso ma subito dopo un altro migrante si è aggrappato a lui e lo ha tirato a fondo. “Per liberarmi mi sono dovuto sfilare i pantaloni. Ed ho dovuto lasciare la piccola”.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica