Catania, la trasferta resta indigesta

Domenica arriva il Picerno

CATANIA – Il 3-2 di Terni porta a 4 le sconfitte consecutive in trasferta per il Catania.

Era dalla stagione 2014-15, in serie B, che i rossazzurri non perdevano più di 3 gare esterne di fila ma, a prescindere dai ricorsi storici, preoccupa la tenuta di una difesa che appare inadeguata per affrontare squadre attrezzate come la Ternana che poteva imporsi con un punteggio più ampio se solo avesse concretizzato le tante occasioni create. Il solo Silvestri non può bastare. Mbende sta avendo difficoltà ad adattarsi al campionato di terza serie, Saporetti non è ancora la meglio e quando è stato chiamato in causa non ha convinto, mentre Esposito anche l’anno scorso non è stato certo tra i migliori. C’è da dire che comunque al Liberati si è visto un Catania più propositivo rispetto alle gare precedenti lontano dal Massimino con Mazzarani, poi stranamente sostituito, che oltre al gol ha avuto un paio di ulteriori occasioni. Un atteggiamento vanificato in fase di copertura dove il centrocampo, composto da Dall’Oglio, Lodi e Welbeck non è riuscito a fare filtro. In terra umbra c’è stata anche la prima apparizione in campionato di Barisic che ovviamente ha bisogno di giocare per acquisire la forma migliore. Le scelte estive in sede di mercato non si stanno rivelando felici mentre non è stata ancora risolta la questione che riguarda i provvedimenti disciplinari nei confronti di Biagianti, Bucolo e Marchese. La vetta è adesso distante 7 punti ed i gol al passivo sono 14. Non resta che meditare sugli errori commessi proiettandosi alla prossima gara di domenica alle 15 contro la matricola Picerno questa volta al Massimino.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica