Il Catania è proiettato alla trasferta di Vibo Valentia

Dubbi sulla disponibilità di Mbende

CATANIA – Il Picerno è stato battuto ma il Catania al Massimino ha mostrato i soliti limiti che stavolta non hanno inciso di fronte ad un avversario modesto.

L’uomo della provvidenza è stato ancora Mazzarani nonostante le scelte discutibili di Camplone che all’inizio ha mandato in campo una formazione inedita per poi cambiare 2 giocatori dopo 40 minuti. La grande novità è stata comunque l’impiego in contemporanea nella ripresa di Di Piazza e Curiale sempre nell’ambito del 4-3-3 con il primo schierato come esterno a sinistra e con Mazzarani mezzala. Si tratta di una soluzione che potrebbe essere riproposta tenuto conto che in avanti permangono le defezioni per infortunio. Stessa situazione in difesa. In vista del prossimo turno in trasferta domenica contro la Vibonese a rischio c’è anche Mbende che ha accusato qualche problema fisico. Si spera nel recupero di Saporetti mentre sembra difficile quello di Esposito. Non ci sarà Sarno. Qualche speranza invece si coltiva per Lele Catania che domenica scorsa figurava in panchina. Out anche Di Molfetta. A centrocampo difficilmente si potrà fare a meno di Welbeck, l’unico dotato di corsa ed impostazione di gioco. Anche contro il Picerno non si è visto Lodi che forse andrebbe impiegato diversamente. Buone la prestazione di Furlan che ha dato sicurezza nei momenti di difficoltà. A Vibo Valentia il Catania troverà un ambiente arrabbiato per la cocente sconfitta 6-2 patita a Francavilla.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica