Comune di Rosolini, è dissesto!.

Ora cosa succederà

ROSOLINI (Di Enzo Alabiso)- Il Consiglio Comunale, nella seduta del 23 ottobre lo ha deliberato. Ma è sembrato più un atto dovuto che altro . L’Ente di piazza Garibaldi   è di fatto in dissesto finanziario da anni, ma solo ora, con la relazione della Corte dei Conti 
e dei revisori contabili, si è avuta la certezza.

Ma quali sono state le cause reali? Decenni di debiti fuori bilancio , bilanci previsionali non realisti, trasferimenti nazionali e regionali sempre in diminuzione, e soprattutto un mancato rigore nel rispetto della tributazione locale.Nel senso che i cittadini rosolinesi , hanno deciso, in linea di massima , di non pagare più  le tasse locali. Imu, Tari, servizi idrici e tanto altro, hanno una evasione elevatissima, spesso non per scelta, ma per una crisi economica che ha e sta soffocando il mondo imprenditorialee le famiglie di tutta la Sicilia, con conseguente aumento della migrazione verso contesti territoriali più ricchi.
Questo ha inciso negli anni al peggioramento delle entrate nelle casse comunali, all’aumento dei debiti fuori bilancio, spesso non assoggettabili ad azioni di  questa amministrazione in carica. .Ma nei fatti la città attraversa un lento ed inesorabile declino, 
frutto di un sistema malato e poco attivo nelle politiche economiche , che non riesce a rilanciare una nuova classe imprenditoriale.La dichiarazione di dissesto determinerà un peggioramento delle condizioni economiche delle famiglie ed imprese ancora presenti ed operative in città; ma  tutte le tasse locali aumenteranno al massimo delle aliquote,  e sicuramente non è una buona notizie, soprattutto se a pagare, continueranno sempre ad essere i soliti e  stessi cittadini .

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica