“False etichette che impoveriscono la Sicilia”

Nino Minardo: “Daverio chieda scusa pubblicamente”.

MODICA – Dichiarazioni inqualificabili quelle del giornalista Philippe Daverio,  non degne di uno  storico dell’arte, docente, saggista, politico così come descritto da Wikipedia. Come può questo signore che lavora per la Tv pubblica offendere in modo così spudorato la Sicilia? Sulla vicenda è intervenuto proprio l’on. Nino Minardo. Il palrmentare di Forza Italia ha presentato un’interrogazione  parlamentare per chiedere chiarimenti su quanto accaduto ” in questi giorni relativamente al concorso Rai “Il Borgo dei Borghi” e sui motivi per i quali la Tv di Stato permetta ad un suo dipendente di offendere in modo così oltraggioso una terra che peraltro il Signor Daverio conosce bene, dove ha lavorato, ha insegnato ed è stato pagato con i soldi dei siciliani che ora ha offeso nella loro dignità sia per quanto attiene i costumi e le tradizioni, sia per quanto attiene la capacità intellettiva di ognuno.  La Sicilia-prosegue Minardo non è assolutamente quella rappresentata da questo signore e lo sappiamo tutti e credo lo sappia anche lui. Ha delineato una immagine oltraggiosa e lesiva di una terra ricca di storia, di cultura, di tradizione e crocevia di antiche civiltà. Si rispetti la sua storia e il suo presente. Pretendiamo scuse pubbliche  dal Signor Daverio e le accettiamo volentieri. Non si accettano, invece,  false etichette che impoveriscono la Sicilia.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica