Concerto abusivo a Catania, indagati 10 cantanti neomelodici

Denunciate 16 persone, 5 anche per truffa reddito cittadinanza

CATANIA – La Questura di Catania, su indagini del commissariato di Librino, ha denunciato tre manager e dieci cantanti neomelodici per reati connessi, direttamente e indirettamente, al concerto che si è tenuto il 12 ottobre scorso nello storico rione San Cristoforo, conclusosi con fuochi d’artificio, che si sarebbe svolto illegalmente e chiudendo al traffico una strada. Da accertamenti della polizia è emerso che allo spettacolo erano presenti pregiudicati, alcuni dei quali collegati alla locale criminalità organizzata. La ‘star’, ricostruisce la questura di Catania, era la cantante Agata Arena, che è tra gli indagati, in passato denunciata per affissione abusiva di manifesti pubblicitari e per truffa aggravata allo Stato per l’indebita percezione del reddito di cittadinanza. Reato che, secondo l’accusa, avrebbe reiterato presentando una nuova domanda. Tra gli indagati anche gli altri nove cantanti neomelodici che si sono esibiti quella sera e tre manager del settore. Tutti sono accusati di invasione di terreni o edifici pubblici, accensioni ed esplosioni pericolose e per pubblico spettacolo senza osservare le prescrizioni a tutela dell’incolumità pubblica.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica