Sequestra e rapina anziana VIDEO

I carabinieri arrestano 36enne

CATANIA – Sequestrata, rapinata ed abbandonata per terra dopo essere stata ferita. E’ quanto subito da un’84enne alcuni giorni fa nel centro di Catania.

La pensionata ha avuto la sfortuna di essere adocchiata da un rapinatore seriale, Simone Spanò di 36 anni arrestato dai carabinieri della stazione di piazza Verga per sequestro di persona a scopo di rapina ed evasione. Tutto nasce da una normale uscita per fare compere in un supermercato di via San Nicolò al Borgo. La vittima viene pedinata dall’uomo che a un certo punto le si avvicina dicendole di venire perché la vuole salutare sua madre, facendole intendere che quest’ultima è un’amica di vecchia data e lo aveva incaricato di portarla a casa dove si sarebbero incontrate ricordando la vecchia amicizia. L’anziana crede che tutto sia vero e segue così il 36enne fino all’auto, una fiat 500X presa a noleggio dove viene fatta accomodare. Il viaggio dura qualche km. L’uomo si dirige verso una zona semideserta in via Chiuse Lunghe. Qui, con la scusa di sentire puzza di benzina dentro il mezzo, induce la nonnina a scendere. A quel punto si manifestano le reali intenzioni del 36enne. Alla donna vengono sottratti la fede nuziale, un anello, una catenina e la borsa contenente un cellulare del tipo con i tasti grandi adatti a chi non vede bene come una volta. Per portare a compimento la sua iniziativa, l’uomo, dopo avere afferrato l’anziana per le braccia, la scaraventa a terra causandole varie ferite e l’abbandona dolorante. Le grida di dolore vengono sentite da alcuni residenti della zona che soccorrono la vittima che viene persino ospitata in una casa in attesa dell’arrivo dei carabinieri e di un’ambulanza del 118. Terrorizzata per quanto accaduto, la poveretta, rifiuta di essere portata in ospedale, esprimendo solo il desiderio di tornare nella propria abitazione. Partono le indagini dei carabinieri che si avvalgono delle registrazioni delle telecamere di videosorveglianza. Si risale al 36enne che doveva trovarsi ai domiciliari per una rapina nell’acese. Viene rintracciato in via Curia grazie al sistema satellitare dell’auto noleggiata. Nel B&B dove alloggiava vengono trovati gli indumenti indossati durante la rapina e il cellulare della vittima.

VIDEO https://youtu.be/rE37JOX9xIY

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica