Parco Monte Po, la “Terra dei fuochi etnea”

Assessore Cantarella: “Al vaglio come intervenire”

CATANIA –  L’ultima puntata della trasmissione Senso Civico ci ha permesso di focalizzare l’attenzione su parco Monte Po, la più grande area a verde di Catania.

Il Comune la acquistò nei primi anni 2000 per valorizzarla appieno. Ed invece negli anni è diventata luogo di totale degrado dove vengono smontate le auto rubate e dove viene abbandonato qualsiasi tipo di rifiuto, anche pericoloso come l’amianto, che spesso viene dato alle fiamme. I residenti della zona temono per la loro salute dal momento che molti rifiuti sono stati sotterrati tanto che la zona è stata ribattezzata “Terra dei fuochi” facendo riferimento alla Campania. Risale al 2012 il sequestro di un’area del parco nei pressi di via Pavarotti da parte della Procura che ha accusato di reati ambientali un’azienda sorpresa a scaricare illegalmente rifiuti senza contare gli incendi ed i fumi che si sprigionano di continuo. Della situazione è al corrente l’assessore all’Ambiente e alla Sicurezza Fabio Cantarella che sottolinea come già in passato si è intervenuti ma i rifiuti presenti sono davvero tanti. L’amministrazione comunale sta vagliando come intervenire in maniera radicale compatibilmente con i fondi a disposizione.  

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica