Sequestrata discarica abusiva ad Acate VIDEO

Sequestrati dai carabinieri, sia il sito di Acate che l’area di stoccaggio dei rifiuti nell’impianto di Chiaramonte Gulfi

I carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Catania, hanno sequestrato un’area di 10.000 metri quadri in contrada Dirillo-Scalonazzo, ad Acate, proprietà di un 46enne, destinata a ricevere solo i rifiuti di demolizioni, costruzioni e scavi e dove invece, arrivavano gli scarti dall’impianto di trattamento di rifiuti speciali pericolosi di una società di Chiaramonte Gulfi. Rifiuti che viaggiavano, infatti, con documentazione Fdi identificazione non conforme perché il codice di chi li produce non è corrispondente alle caratteristiche del rifiuto stesso, secondo l’Agenzia Regionale per l’Ambiente di Ragusa. Sequestrati dai carabinieri, sia il sito di Acate che l’area di stoccaggio dei rifiuti nell’impianto di Chiaramonte Gulfi. Nel sito di Acate, ci sono oltre 100.000 tonnellate di rifiuti da analizzare, L’ipotesi di reato di concorso, è di gestione di discarica abusiva

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica