Sequestrati 2 quintali di hashish contenuti in cartoni

Arrestate due persone

PALERMO -I  finanzieri del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Palermo alle prime ore dell’alba hanno arrestato a Napoli e Palermo due trafficanti di droga  responsabili di una spedizione a Palermo di quasi  due quintali di Hashish contenuti in otto cartoni individuati presso un centro di smistamento postale di Carini.

Il sequestro era stato eseguito lo scorso mese di giugno, poi le indagini hanno consentito alle fiamme gialle di risalire alla spedizione che era proveniente da Nocera Inferiore (in provincia di Salerno) fino ad appurare il destinatario e il mittente dell’ingente partita di droga. I due arrestati sono Gaetano Giannetto, di Palermo, 25 anni, residente nel quartiere Brancaccio, e Andrea Pagano, 28 anni, di Terzigno, in provincia di Napoli. Il primo era il destinatario, il secondo il mittente dell’ingente partita di droga: sono stati tratti in arresto a seguito dell’ordinanza di applicazione di misure cautelari in carcere emessa dal GIP del Tribunale di Palermo, Rosario Di Gioia. La droga sequestrata, era destinata allo spaccio sulle piazze di Palermo e al mercato al dettaglio avrebbe fruttato ai narcotrafficanti almeno un milione di euro. Le Fiamme gialle hanno inoltre accertato che il trafficante palermitano, destinatario della sostanza stupefacente, ufficialmente disoccupato e senza reddito, dall’estate scorsa percepiva il reddito di cittadinanza per un ammontare di 500 euro mensili. Un beneficio che verrà immediatamente sospeso e che è solo l’ultimo caso eclatante, in ordine di tempo, che riguarda personaggi che finiscono con avere grossi guai con la giustizia nel mentre incassano il reddito di cittadinanza.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica