Pronto soccorso chiuso, indagati cinque medici a Noto

Le indagini, svolte dalle Fiamme gialle sotto la direzione dei pm Andrea Palmieri e Salvatore Grillo

Cinque avvisi di conclusione indagine sono stati notificati dalla Guardia di finanza ad altrettanti medici dell’ospedale Trigona di Noto, accusati in concorso di falsità ideologica, truffa ai danni dello Stato e interruzione di pubblico servizio. Le indagini, svolte dalle Fiamme gialle di Noto sotto la direzione dei pm Andrea Palmieri e Salvatore Grillo, hanno riguardato le assenze di personale medico che hanno determinato la scorsa estate la chiusura del pronto soccorso. Secondo la Finanza i medici si sarebbero refertati vicendevolmente falsi incidenti sul lavoro, dichiarandosi tutti inabili al servizio e costringendo l’Azienda sanitaria provinciale a chiudere il pronto soccorso per l’assenza del numero minimo di medici disponibili all’impiego.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica