Caos concessioni demaniali marittime automatiche…

On. Nino Minardo: “Prima valide ed efficaci e subito dopo illegittime“.

MODICA – ” Incertezza e confusione. Sta generando tutto questo, soprattutto in Sicilia, la  nuova sentenza del Consiglio di Stato che rivoluzionerebbe il sistema fin qui adottato delle concessioni demaniali marittime che in applicazione della normativa europea definisce illegittime le proroghe automatiche delle stesse applicate dai Comuni”. Lo scrive in una nota il deputato nazionale Nino Minardo che aggiunge: “Una situazione che da origine a  molti dubbi considerato che qualche giorno fa il Consiglio di Stato si era pronunciato diversamente riconoscendo la proroga di 15 anni delle concessioni demaniali”.

“In Sicilia-prosegue Mianrdo-la questione è molto sentita visto che il turismo balneare è alla base dell’economia dell’isola ed in  particolare nei mesi estivi  registra un considerevole numero di turisti che utilizzano gli stabilimenti balneari; un dato significativo riguarda l’anno 2018 dove  sono aumentate del + 30%, rispetto all’anno precedente, le presenze di turisti italiani e soprattutto stranieri nelle strutture balneari di tutti i litorali dell’isola. Dato che potrebbe essere totalmente sovvertito  se non si chiariscono le conseguenze di quanto stabilito dal Consiglio di Stato che di fatto blocca l’applicazione della legge nazionale o regionale da parte dei dirigenti amministrativi perché  in contrasto con  la norma del diritto europeo. Anche la Regione Siciliana con quest’ultima sentenza si è bloccata sull’iter avviato di recepimento della proroga dei 15 anni. A questo punto- conclude Minardo-ritengo improcrastinabile un intervento deciso dei Ministri del Turismo e dell’Ambiente ai quali ho chiesto chiarimenti ed immediate azioni per venire incontro agli operatori turistici ai quali è stata sbarrata la strada per la programmazione  della  prossima stagione estiva. E’ necessario  ovviare alla situazione di incertezza e confusione scaturita dal principio enunciato con la sentenza che rischia di provocare un terremoto nell’assegnazione delle concessioni per gli stabilimenti balneari, scardinando il sistema fin qui applicato dal legislatore”.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica