Aeroporto Pio La Torre, la Regione pronta a prendere 35% quote Soaco.

Ricapitalizzazione indispensabile per la società di gestione dell’aeroporto di Comiso che, tra l’altro, è all’ordine del giorno del prossimo consiglio del 6 dicembre

COMISO (Di Giulia Di Maretino ) Aeroporto Pio La Torre. Il Governatore della Sicilia, Nello Musumeci, è disponibile a subentrare nel 35% di quote della gestione pubblica: a dare la notizia il sindaco Mariarita Schembari, soddisfatta per l’apertura del presidente che servirebbe, qualora ci fosse una cessione a privati della SAC, a far sì che la SOACO mantenesse una quota pubblica. E ribadisce l’importanza che, nel panorama aeroportuale siciliano, il Pio La Torre continua a rivestire, per il governo regionale.

“Per noi lo scalo di Comiso rimane strategico, specie se guardiamo alla costante crescita di Fontanarossa, ha detto il presidente Musumeci.  Questo è l’unico dato certo che resta inalterato anche nella prospettiva di apertura della società di gestione a nuovi capitali. Ho assicurato al sindaco Maria Rita Schembari, che può contare sulla condivisione e sul sostegno del governo regionale. La quota pubblica è essenziale, per questo non escludiamo, ove necessario, la possibilità di intervenire direttamente”. La notizia di un intervento economico della regione nel 35% pubblico, arriva nell’imminente prospettiva di una ricapitalizzazione indispensabile per la società di gestione dell’aeroporto di Comiso che, tra l’altro, è all’ordine del giorno del prossimo consiglio comunale già convocato per il 6 dicembre perchè i consiglieri diano mandato al sindaco di sottoscrivere tale ricapitalizzazione.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica