LOMBARDIA AI VERTICI DEL PANORAMA CULTURALE ITALIANO

MILANO (ITALPRESS) – Piu’ di 25,4 miliardi e 365 mila addetti collocano la Lombardia ai vertici del panorama culturale italiano.

Si tratta di valori che, rispettivamente, incidono per il +7,3% e +7,5%. Milano si conferma prima su entrambi gli indicatori economici, con incidenze intorno ai dieci punti percentuali. Tra le altre province lombarde, spiccano i risultati di Monza-Brianza, dodicesima per valore aggiunto (+6,2%) e decima per occupazione (+7,3%). E’ quanto emerge dai dati dal Rapporto 2019 “Io sono cultura – l’Italia della qualita’ e della bellezza sfida la crisi”, elaborato da Fondazione Symbola e Unioncamere, con la collaborazione e il sostegno della Regione Marche, presentato in partnership con la Fondazione Cariplo.

La cultura si dimostra quindi uno dei motori trainanti dell’economia italiana, uno dei fattori che piu’ esaltano la qualita’ e la competitivita’ del made in Italy.

Il sistema produttivo culturale e creativo, fatto da imprese, P.A.

e non profit, quasi 96 miliardi e attiva altri settori dell’economia, arrivando a muovere, nell’insieme, 265,4 miliardi, equivalenti al 16,9% del valore aggiunto nazionale. Una ricchezza che si riflette in positivo anche sull’occupazione: il solo Sistema Produttivo Culturale e Creativo da’ lavoro a 1,55 milioni di persone, che rappresentano il 6,1% del totale degli occupati in Italia. Nel complesso, quello produttivo culturale e creativo e’ un sistema con il segno piu’: nel 2018 ha prodotto un valore aggiunto del 2,9% superiore. Gli occupati sono 1.55 milioni con una crescita dell’1,5%, superiore a quella del complesso dell’economia (+0,9%).

(ITALPRESS).

ads/com

09-Dic-19 17:26

Fonte: Italpress

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica