Madre tenta di uccidere il figlio tetraplegico

La badante del giovane sventa il piano

CATANIA – Ha tentato di uccidere il figlio di 20 anni, affetto da tetraparesi spastica e ritardo mentale, facendogli ingerire tutto il contenuto di un flacone di gocce di un sedativo e provando a soffocarlo riempiendogli la bocca con della carta assorbente inzuppata di profumo.

Protagonista una 54enne arrestata dai carabinieri del comando provinciale di Catania ed ora finita ai domiciliari, dopo essere stata sottoposta a Trattamento sanitario obbligatorio, in una comunità terapeutica assistita su richiesta della Procura. Il fatto è accaduto in un comune della provincia etnea. Secondo la ricostruzione dei Militari dell’Arma, la donna, spinta da “subdole” motivazioni,  ha prima allontanato da casa l’anziana madre e poi l’ha fatta rientrare chiudendola a chiave in una stanza.  Ha poi fatto uscire la badante del figlio che insospettita dall’atteggiamento della donna, si è rivolta ai carabinieri che hanno fatto irruzione nell’appartamento e trovato il giovane in preda a una grave crisi respiratoria. Il primo intervento di disostruzione del cavo orale gli ha consentito di respirare e poi gli è stato indotto il vomito per l’espulsione del farmaco. Soccorso dal 118 è stato stabilizzato prima di essere ricoverato in ospedale. La madre del disabile ha confermato il suo assurdo piano ai Militari dell’Arma. L’amministratore di sostegno del giovane ha presentato denuncia nei confronti della donna, aggiungendo anche che aveva già provato ad uccidere il figlio interrompendone l’alimentazione.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica