Capitale della cultura italiana 2021, Scicli ha deciso di partecipare

Il progetto è già stato illustrato dal presidente della prima commissione consiliare Consuelo Pacetto ai consiglieri della stessa.

SCICLI (di Elisa Montagno) – Primo passo per la candidatura di Scicli a capitale della Cultura Italiana 2021. La giunta Giannone ha già presentato la manifestazione di interesse sottoscritta dal sindaco. Il progetto è già stato illustrato dal presidente della prima commissione consiliare Consuelo Pacetto ai consiglieri della stessa e vede coinvolto l’assessorato presieduto da Caterina Riccotti nel percorso di creazione di reti e sistemi che possano fare da volano allo uno sviluppo culturale, turistico ed economico.

La Capitale italiana della Cultura è stata istituita nel 2014 e ha tra gli obiettivi quello di sostenere, incoraggiare e valorizzare l’autonoma capacità progettuale e attuativa delle Città, affinché venga recepito in maniera sempre più diffusa il valore della leva culturale per la coesione sociale, l’integrazione, la creatività, l’innovazione, la crescita e lo sviluppo economico. Il titolo di “Capitale Italiana della Cultura” è conferito per la durata di un anno e la Città vincitrice riceverà un milione di euro. Negli anni precedenti il titolo è stato assegnato alle Città di Cagliari, Lecce, Perugia, Ravenna e Siena nel 2015; Mantova nel 2016; Pistoia nel 2017, Palermo nel 2018. Parma sarà la Capitale italiana della Cultura per il 2020.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica