Qualità della vita, male le province siciliane

Ultima Caltanissetta

Ancora giudizi negativi per i comuni siciliani con Caltanissetta che occupa l’ultimo posto, il 107esimo, per la quarta volta nella storia dell’indice sulla qualità della vita del Sole 24 ore dopo le performance negative del 1995, nel 2000 e nel 2008. Anche il resto delle province siciliane subisce un calo generalizzato: ben sette finiscono negli ultimi undici posti della classifica, dove in testa nella parte bassa c’ è Ragusa all’ottantesimo posto, con un calo di sette posizioni rispetto all’anno scorso. In calo di otto punti anche Siracusa che si colloca così alla posizione numero 90. Al numero 97, cioè all’undicesimo posto fra i peggiori, c’è Catania, che perde 13 punti e precede di un’incollatura Palermo, nella posizione 98 con una calo di 11 caselle. Messina è invece fra le città peggiorate meno, 4 posizioni perse rispetto al 2018 che le valgono la centesima posizione, davanti Trapani (centounesima e in calo di 12 posizioni) e Agrigento (centoduesima e arretrata di 9). Alla posizione 104 c’è Enna (meno due posizioni) e infine Caltanissetta, fanalino di coda d’Italia descritto dal Sole24Ore come un luogo che ha perso 11mila abitanti per aver sofferto di “decenni d’isolamento e criminalità”.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica