Regione, ex fornace Scicli verrà espropriata Lo ha deciso il presidente della Regione Musumeci

Lo ha deciso il presidente della Regione Musumeci

PALERMO – L’ex Fornace Penna di Scicli verrà espropriata e acquisita al patrimonio della Regione Siciliana.
Lo ha deciso il governo Musumeci che ha approvato una delibera proposta dallo stesso presidente.

L’antico stabilimento di contrada Pisciotto – situato a Sampieri,- diventato un monumento di archeologia industriale e reso ancora più celebre nel mondo attraverso la fiction del “Commissario Montalbano”, versa in condizioni precarie e le ondate di maltempo che hanno interessato la Sicilia rischiano di danneggiarlo irreparabilmente.
“Avevamo preso l’impegno – dice Musumeci – di salvare dal degrado e valorizzare la Fornace Penna e lo stiamo mantenendo.
Si tratta di un polo visivo monumentale unico, oltre a ricadere su un’area che conserva molteplici testimonianze storiche e archeologiche. Intervenire, dopo anni di abbandono, è un dovere per la Regione. Ipotizziamo che la struttura possa diventare un centro culturale e sociale e di aggregazione”.
Da oltre tre anni – dice la Regione – la Fornace è stata posta sotto sequestro preventivo, da parte dei carabinieri del Nucleo tutela patrimonio culturale, a seguito di un procedimento penale avviato dalla Procura della Repubblica di Ragusa. La Soprintendenza ha già quantificato in circa 350mila euro le risorse necessarie per la messa in sicurezza del bene e in 5,5 milioni di euro quelle per il restauro e il consolidamento statico finalizzati alla valorizzazione e fruizione del sito.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica