Giorgio La Pira raccontato nella sua città

Nell’anniversario della nascita

POZZALLO (Di iulia Di Martino) – E’ stato un fine settimana davvero importante, a Pozzallo, nella memoria e nel ricordo del suo figlio più illustre: Giorgio La Pira. Che si è concluso sabato. Una ‘tre giorni’ dedicata a La Pira, nell’anniversario della nascita ma anche la presentazione del master per operatori in ambito politico e istituzionale, dell’Università Lumsa.

Le immagini, si riferiscono all’incontro di sabato mattina, al centro culturale ‘Meno Assenza’, con il ‘toccante’ dibattito dedicato alle testimonianze sulla umanità e bontà di Giorgio La Pira, che si è concluso con l’intervento del vescovo di Noto, Antonio Staglianò. Pozzallo, ha dunque ricordato la straordinaria gura del ‘sindaco santo’, di cui è in corso il processo di beatificazione. Tre i diversi momenti, cominciati giovedì con la celebrazione eucaristica alla Chiesa Madre, presieduta dal vescovo, Antonio Staglianò, proseguiti venerdì con il convegno moderato da Salvatore Vaccarella, direttore della rivista ‘Lo Sguardo’ sino all’evento di sabato mattina, dove centrale è stata la figura di La Pira, la sua storia, il suo esempio, il suo rapporto con Pozzallo, mai mitigato neppure dalla sua esperienza fiorentina. La Pira, precursore dei tempi, capace di vedere nel Mediterraneo il luogo di incontro dei popoli ma anche capace di leggere le difficoltà di un mondo che senza dialogo sarebbe andato a sbattere. Come poi puntualmente successo. Di questo, della sua visione, delle sue utopie, si è parlato sabato., con al centro, però, la straordinaria umanità ed il messaggio di pace, che sono insiti in ogni azione e in ogni  pensiero del pozzallese più illustre.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica