IL DEBITO PUBBLICO A NOVEMBRE CALA A 2.444,6 MILIARDI

ROMA (ITALPRESS) – A novembre il debito delle Amministrazioni pubbliche e’ risultato pari a 2.444,6 miliardi, in diminuzione di 2,2 miliardi rispetto al mese precedente. Il calo e’ dovuto: all’avanzo di cassa (1,6 miliardi); agli effetti degli scarti/premi all’emissione/rimborso e della rivalutazione dei titoli indicizzati all’inflazione e in valuta (che hanno determinato complessivamente una riduzione del debito di 0,5 miliardi); alla lieve riduzione delle disponibilita’ liquide del Tesoro (0,1 miliardi, a 55,4 miliardi). Lo rileva Bankitalia.

Il debito delle Amministrazioni centrali e’ diminuito di 2,1 miliardi e quello delle Amministrazioni locali di 0,1 miliardi; il debito degli Enti di previdenza e’ rimasto pressoche’ invariato.

A novembre le entrate tributarie contabilizzate nel bilancio dello Stato sono state pari a 42,3 miliardi, in aumento dell’8,5 per cento (3,3 miliardi) rispetto allo stesso mese del 2018; l’aumento risente dei versamenti in autoliquidazione dei contribuenti soggetti agli Indici sintetici di affidabilita’ fiscale, la cui scadenza era stata prorogata all’autunno.

Nei primi undici mesi del 2019 le entrate tributarie sono state pari a 386,5 miliardi, in aumento del 2,1 per cento (7,9 miliardi) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

(ITALPRESS).

mgg/com

15-Gen-20 11:43

Fonte: Italpress

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica