Malasanità, caso sospetto al Pte

Vittima un 44enne. Indagano i carabinieri

GIARRE (Ct) – Un presunto caso di malasanità coinvolge il presidio territoriale di emergenza di Giarre.

Sullo sfondo la mancanza di un pronto soccorso all’ospedale S. Isidoro già dal 2015 e l’impiego di un’ambulanza non medicalizzata. Vittima un 44enne di Macchia, Luigi Magaraci. Secondo il racconto della moglie Manuela Tomarchio, l’uomo, verso le 11 di ieri, accusando forti dolori all’addome decide di recarsi, insieme alla consorte ed al padre, nel presidio, ubicato molto vicino all’abitazione di famiglia di via Principe di Piemonte. Il medico della struttura, stando sempre al racconto della moglie che ha chiesto l’intervento dei carabinieri sporgendo formale denuncia, non si sarebbe reso conto che si trovava di fronte ad un infarto, inquadrando il caso come un semplice malore gastrointestinale originato da un virus. Gli ha somministrato un antidolorifico ed ha invitato i familiari a rivolgersi al medico curante. Il 44enne però tornato a casa, a distanza di 1 ora, ha accusato dolori ancora più acuti all’addome e al petto. A quel punto è stata chiamata un’ambulanza del 118 che purtroppo non era medicalizzata. I due operatori sanitari all’inizio si sarebbero trovati spiazzati e l’uomo nel frattempo ha perso i sensi. E’ partita un’altra chiamata per fare arrivare un’ambulanza con un medico a bordo che però rientrava dall’ospedale Cannizzaro di Catania dopo avere effettuato un soccorso. Non appena è giunta sul posto per l’uomo era troppo tardi. La morte è sopraggiunta alle 14,36 per arresto cardiocircolatorio. La famiglia che preferisce non esporsi di fronte alle telecamere, adesso chiede giustizia. L’uomo oltre alla moglie lascia un figlio di 10 anni. La salma del 44enne è stata condotta all’obitorio del Policlinico di Catania a disposizione del medico legale nominato dalla Procura che dovrà accertare i fatti insieme ai carabinieri. L’azienda sanitaria provinciale, appreso quanto accaduto, ha inviato al S. Isidoro 2 ispettori.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica