S. Agata, fervono i preparativi anche sul fronte sicurezza

Il 4 febbraio il pranzo di beneficenza organizzato dalla Fondazione Oda

CATANIA – Fervono i preparativi a Catania in vista dei giorni clou della festa di S. Agata che quest’anno con ogni probabilità avrà la ribalta anche della Cnn.

Oggi nell’aula capitolare della Basilica Cattedrale sono state rese note le disposizioni in materia di sicurezza cui bisognerà attenersi. Quest’anno è stato chiesto da Prefettura e Questura di preparare un piano giornaliero tra il 3 e il 6 febbraio ed anche per l’ottava.  Mercoledì 4 in Cattedrale e quindi per la messa dell’Aurora la capienza sarà di 3 mila persone, 2500 per il pontificale del 5 mattina, cifra che si dovrà ridurre ulteriormente a 2250 nel caso in cui fossero presenti le candelore sulla navata destra del Duomo. Stessa situazione per il 6 e 12 febbraio. Le misure riguardano anche piazza Duomo e piazza Università. Il 3 sera nel primo caso non saranno tollerate oltre 4100 persone che il 4 e il 5 potranno lievitare a 9 mila. In cattedrale ci saranno oltre 100 volontari e diversi membri dell’associazione nazionale carabinieri. Sono stati poi distribuiti meglio i punti sanitari per facilitare gli eventuali soccorsi. Nel nome di Agata, per il secondo anno consecutivo la fondazione Oda in collaborazione con la Basilica Cattedrale, organizzerà il 4 febbraio alle 13 nella Chiesa di S. Nicolò l’arena, il pranzo di beneficenza in favore di 300 bisognosi all’insegna del motto “Un cero in meno, un pasto in più”.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica