A Scicli e Ragusa gli ultimi incontri sul GAL Terra Barocca

SCICLI (di Elisa Montagno) – Saranno Scicli e Ragusa le prossime tappe dei focus di approfondimento sui bandi emanati dal GAL Terra Barocca per un totale di oltre due milioni di euro a sostegno delle imprese private. Giovedì 30 gennaio, alle ore 18.30, a Palazzo Spadaro a Scicli e giovedì 6 febbraio, alle ore 16.30, alla sede dell’Assessorato dello Sviluppo economico a Ragusa, i due appuntamenti che chiudono il tour informativo sulla misura 6.4.C del Piano di sviluppo rurale promosso nei cinque comuni aderenti, ovvero Modica, Ispica, Santa Croce Camerina e appunto Ragusa e Scicli.

Saranno momenti di confronti con gli stakeholder del territorio per approfondire i dettagli dei due bandi che prevedono lo stanziamento a favore delle imprese private, anche start up, di 800 mila euro per la creazione di attività finalizzate alla trasformazione e valorizzazione delle produzioni agroalimentari di qualità ed attività extra-agricole (ambito 1 della sottomisura 6.4.C) e di 1 milione e 20 mila euro per la creazione di attività di servizi per il turismo sostenibile con riferimento alla fruizione del territorio, valorizzazione, trasporti intermodali, promozione (ambito 2 della sottomisura 6.4.C).
Agli incontri saranno presenti gli amministratori locali, rispettivamente il sindaco Enzo Giannone all’appuntamento di giovedì 30 gennaio, ore 18.30, a Scicli e il sindaco Giuseppe Cassì all’appuntamento di giovedì 6 febbraio, ore 16.30, a Ragusa, insieme a Francesco Celestre, presidente dell’Ordine dei Dottori Agronomi della provincia di Ragusa, Salvatore Occhipinti, direttore del GAL, Michele Gugliotta, responsabile animatori e Giovanni Capuzzello, animatore GAL. Gli incontri sono a ingresso libero.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica