La città riabbraccia la sua patrona Agata

Oggi la messa dell’Aurora e l’uscita della Patrona per il giro esterno

CATANIA – S. Agata riabbraccia i suoi devoti. La giornata è iniziata molto presto con l’uscita della Patrona alle 5,30 dalla “cameretta” che solitamente la ospita in una Cattedrale di Catania gremita di devoti tra lo sventolio di fazzoletti bianchi.

Sono necessarie 3 chiavi per aprire il pesante cancello di ferro che protegge le reliquie, custodite dal tesoriere, dal cerimoniere e dal priore del capitolo della Basilica. Si tratta di un momento davvero suggestivo che precede la Messa dell’Aurora delle 6 officiata dall’Arcivescovo Gristina. Le misure di sicurezza hanno portato tanti devoti ad attendere fuori in piazza Duomo l’uscita del busto reliquiario e dello scrigno. Ciò è avvenuto intorno alle 7,30 quando già era stato posizionato il fercolo, circondato da garofani rossi, simboleggianti il martirio, per l’inizio del cosiddetto giro esterno. Prima della partenza ci sono state le riflessioni del parroco della Cattedrale Barbaro Scionti. Il giro esterno, che si completerà domani, è particolarmente lungo e tocca le zone popolari di Catania. Prevede il transito dagli archi della Marina in via Dusmet, la Civita, piazza Cutelli, viale Libertà, via Umberto, via Etnea e piazza Stesicoro con il messaggio alla città da parte dell’arcivescovo vicino ai cosiddetti luoghi del martirio.  Poi la salita dei Cappuccini fino a piazza San Domenico, via Plebiscito la zona del Fortino in piazza Palestro fino al rientro in Cattedrale.  A quel punto il busto reliquiario verrà ricollocato sull’altare maggiore in attesa domani del giro interno e dell’ennesimo bagno di folla.  Ieri sera i tradizionali fuochi da “sira o tri”, diventati ormai uno spettacolo piromusicale che non ha tradito le attese.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica