Esplode ordigno rudimentale a Librino

Perde la vita giovane ladro

CATANIA – Stava tentando, insieme ad un complice, di piazzare un ordigno rudimentale davanti ad un distributore automatico di sigarette di una rivendita di tabacchi per rubarne il contenuto ma qualcosa è andata storta, c’è stata una deflagrazione che lo ha investito in pieno facendogli perdere la vita.

E’ accaduto la notte scorsa nel quartiere Librino di Catania in viale Castagnola. Erano le 4 quando un boato ha svegliato gran parte della popolosa zona. La vittima, è un giovane, dall’apparente età di 20 anni. Non aveva documenti e non è stato ancora possibile identificarlo. Il complice è riuscito a fuggire. Il bilancio poteva essere peggiore. L’esplosione ha danneggiato alcune auto parcheggiate nei pressi, addirittura facendo danni persino nel lato opposto della strada dove sorge una banca. Per terra ancora i segni del corpo della vittima. Sul posto i carabinieri della sezione investigazioni scientifiche del reparto operativo del comando provinciale e della compagnia di Fontanarossa. La coppia, che si era recata nella rivendita di tabacchi con il volto travisato, è stata ripresa dalle telecamere di sorveglianza dell’esercizio commerciale purtroppo non nuovo a tentativi di furto di questo tipo come del resto le attività vicine. Le riprese sono state consegnate agli inquirenti. L’ordigno, come detto, sarebbe deflagrato, mentre i ladri erano in azione. Il titolare della rivendita di tabacchi, il consigliere comunale di Catania Graziano Bonaccorsi, ha preferito non rilasciare dichiarazioni. “Malgrado il valoroso e costante impegno della magistratura e delle forze dell’ordine, il gravissimo episodio di Librino ripropone in tutta la sua drammaticità le questioni della sicurezza e delle garanzie sociali, che rimangono purtroppo di straordinaria attualità a Catania – ha commentato il sindaco Salvo Pogliese –  La giovane vita spezzata, nella strada senza sbocco della violenza e della sopraffazione deve fare riflettere tutti, perché a Librino, come in ogni parte della Città, deve potersi affermare la cultura del rispetto delle persone, delle regole del vivere civile e della legalità. E anche per questo esprimiamo piena solidarietà al titolare della rivendita di tabacchi che deve potere continuare a testa alta nella sua attività imprenditoriale, sentendo vicine le istituzioni”.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica