Scoppio viale Castagnola

Identificato giovane ladro

CATANIA – Si chiamava Agatino Cristian Giustino ed aveva appena 19 anni, compiuti pochi giorni addietro, il giovane investito in pieno ieri a Catania dalla deflagrazione di un ordigno che aveva piazzato, insieme ad un complice, davanti ad un distributore automatico di sigarette appartenente ad una rivendita di tabacchi in viale Castagnola nel quartiere Librino.

Dalla immagini delle telecamere di videosorveglianza in mano ai carabinieri che stanno svolgendo le indagini si vedono i due giungere sul posto intorno alle 4 a bordo di uno scooter. In pochi attimi la coppia tira fuori l’ordigno e lo piazza. Quindi si allontana repentinamente in direzioni opposte. Trascorre qualche secondo ma l’esplosione non avviene ed allora il 19enne pensa che qualcosa non abbia funzionato. Torna sui suoi passi e si avvicina ma questo gli risulta fatale. La bomba esplode in quel momento. Il giovane viene travolto ed il suo corpo dilaniato e poi ritrovato nella strada. La deflagrazione danneggia auto e balconi anche a distanza. Il complice a quel punto decide di fuggire a bordo dello stesso mezzo con cui erano arrivati. Il 19enne, che era uno studente, abitava non lontano dalla rivendita di tabacchi, di proprietà della madre del consigliere comunale di Catania Graziano Bonaccorsi.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica