Arrestato estortore VIDEO

Aveva preso di mira il gestore di un Caf

MISTERBIANCO (Ct) – Aveva preso di mira il gestore di un Caf di Misterbianco oggetto di continue richieste estorsive.

Sono stati i carabinieri della locale Tenenza ad arrestare in flagranza di reato il 35enne di Motta S. Anastasia Alessio Virgillito. E’ stata la vittima a contattare i Militari dell’Arma raccontando che nel gennaio dello scorso anno aveva assistito il 35enne nell’iter burocratico per ottenere il reddito di cittadinanza, poi concessogli. La sua efficienza lavorativa deve avere probabilmente impressionato il malvivente che nel novembre scorso lo ha di nuovo interpellato pretendendo stavolta con modalità inequivocabili i soldi di cui era in quel momento in possesso, necessari a suo dire per aiutare un amico in difficoltà economiche dopo essere stato da poco scarcerato.  Il gestore del Caf, intuito il guaio in cui era finito, ha preferito consegnare 620 euro nella speranza che così tutto avesse fine. Ed invece negli ultimi giorni di gennaio l’estortore torna alla carica addebitandogli la presunta cessata erogazione del reddito di cittadinanza e mentre la vittima sta per controllare al computer la regolarità della pratica riceve un pugno in pieno volto che lo stramazzare a terra. Nei giorni seguenti il 35enne, anche tramite messaggi al cellulare, ribadisce la richiesta di ulteriori 500 euro, circostanza che convince il gestore del Caf a rivolgersi ai carabinieri che gli organizzano una trappola. L’estortore si presenta nell’ufficio della vittima ricevendo da quest’ultima 10 banconote da 50 euro, ma appena esce, incontra i Militari dell’Arma che lo ammanettano. Adesso si trova nel carcere di piazza Lanza.

VIDEO https://youtu.be/DsgxPebESEE

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica