Coronavirus, gare a porte chiuse anche in serie C

Si avvicina Bisceglie-Catania

CATANIA – Il decreto varato dal Governo nelle scorse ore in tema di Coronavirus coinvolge ovviamente anche la serie C che si vedrà costretta a giocare la gare a porte chiuse sino al prossimo 3 aprile.

Il Catania dunque scenderà in campo senza pubblico già a partire dalla gara di domenica in trasferta contro il Bisceglie e poi contro Bari, Paganese, Sicula Leonzio e Catanzaro.  Un vero peccato per la squadra rossazzurra specie per quanto attiene i match al Massimino contro Paganese e Catanzaro. In via precauzionale la società rossazzurra ha deciso di sospendere l’apertura delle tribune a Torre del Grifo in occasione degli allenamenti della prima squadra e del vivaio. La buona notizia di queste ore è invece il rientro di Curiale in gruppo per un primo test. A quasi un mese e mezzo dalla distrazione del legamento crociato posteriore del ginocchio destro, l’attaccante non è ancora pronto per scendere in campo ma la sua presenza è un buon segnale per Lucarelli che a breve avrà una possibilità in più in attacco. Si allenano regolarmente Furlan e Marchese. Indisponibili restano Barisic, Dall’Oglio e Noce. Contro il Bisceglie non ci saranno per squalifica Rizzo e Mazzarani. Anche i pugliesi per lo stesso motivo saranno privi di Turi e Hristov. Tra le file rossazzurre tornerà sulla corsia destra Calapai che ha scontato il turno di stop. Il tecnico livornese deve valutare chi schierare in attacco. Da due gare a questa parte, nell’ambito del consueto 4-2-3-1, la scelta è ricaduta su Curcio mentre Beleck è partito dalla panchina. Il trio a supporto dovrebbe essere formato da Di Molfetta, Biondi e uno tra Capanni e Manneh. In mediana dovrebbero tornare Vicente e Salandria mentre non ci saranno novità in difesa che può contare anche sul rientro di Saporetti che ha smaltito l’infortunio. Bisceglie-Catania sarà arbitrata da Michele Di Cairano di Ariano Irpino per il quale si tratterà del primo incrocio con le maglie rossazzurre. Ammontano a 6 i precedenti in terra pugliese tra le due compagini ed il bilancio è in perfetto equilibrio: 2 vittorie ciascuno e 2 pareggi.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica