Coronavirus, chiude anche la Moschea della Misericordia

Sospese attività e preghiere

CATANIA – Anche la Moschea della Misericordia di Catania si adegua alla misure decise dal Presidente del Consiglio Conte per contrastare la diffusione del Coronavirus e decidere di chiudere i battenti sino al 3 aprile.

Nel nord Italia, nelle cosiddette zone rosse era così nelle moschee del posto già da un paio di settimane ma l’emergenza ormai coinvolge tutti e del resto la zona protetta è estesa a livello nazionale. In piazza Cutelli campeggiano da ieri appositi cartelli che indicano la chiusura che è estesa a tutti i centri di preghiera della Sicilia. Sospese dunque tutte le attività, le 5 preghiere e la preghiera del venerdì. A Catania sono più di 20 mila i musulmani che frequentano la moschea che è la principale nell’Isola. Ad oggi, precisa l’Imam Kheit Abdelhafid che è anche presidente della comunità islamica in Sicilia, “non si registrano casi di contagio nella comunità musulmana a Catania”.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica