Bilancio approvato, la soddisfazione del Sindaco Barone

S. CROCE C. (di Elisa Montagno) – Si respira a pieni polmoni aria di soddisfazione dentro la stanza del Sindaco di Santa Croce, Giovanni Barone, dopo l’approvazione del Bilancio in Consiglio Comunale. Subito dopo il passaggio dello strumento finanziario in aula, il primo cittadino risponde ancora alle critiche del Pd sui tempi dell’approvazione del Bilancio.


“Le cause del ritardo per giungere all’approvazione del Bilancio, sono codificate e note a tutti. Ricordo anche a chi punta sempre il dito che il termine ultimo per l’approvazione era il 30 novembre 2020. Mi incuriosisce – continua il Sindaco – come il PD possa continuare la sua azione denigratoria nei confronti di questa Amministrazione, sapendo che in qualunque confronto ne uscirebbe perdente. Loro approvarono il Bilancio il 27 novembre 2015.” Considerati i tempi di approvazione, ampiamente in anticipo, vorrei lanciare una sfida alle forze politiche: Approviamo il prossimo Bilancio entro la fine dell’anno o al massimo entro gennaio/febbraio 2021. Dagli uffici comunali preposti ho avuto la garanzia della massima disponibilità ad abbattere i tempi.”
Entrando nello specifico dei lavori in aula di ieri sera il Sindaco aggiunge: “L’impianto del Bilancio della Giunta è stato modificato di poco. Continueremo la nostra azione amministrativa e voglio tranquillizzare ancora gli esponenti del PD che chiedono la manutenzione delle strade sul territorio camarinense. Sembra assurdo farlo, ma sono costretto a ricordare loro che la mia amministrazione in tre anni ha investito sulla manutenzione stradale più di quanto loro ne hanno speso in cinque anni. Il confronto anche qui NON regge.”
Inoltre il primo cittadino chiede al consiglio comunale di esitare le pratiche di abuso edilizio trasmesse alla civica assise e dichiararle di interesse generale e comune evitando di demolirle (essendo case di proprietà dell’Ente), creando un vantaggio alla società.
“Si tratta di un atto di coraggio da parte del massimo consesso cittadino – continua Barone. Sfruttiamo questo patrimonio che è di tutti.”
“La ‘sfida’ è questa – dice Barone – rivolta al consiglio comunale. Dichiarare questi immobili ‘di interesse generale e comune’ entro il prossimo mese di settembre, dando un parere a questi progetti. NO alle demolizioni, se non a quelle in prossimità del demanio e SI alla dichiarazione di ‘interesse generale e comune’. Verrebbero demolite esclusivamente dove persiste un rischio idrogeologico. Sarebbe un vero peccato demolire, a macchia di leopardo, queste abitazioni all’interno di contesti già approvati e regolamentati. In definitiva, se dovessimo demolite una struttura abitativa sugli scogli, che ben venga. Ma nel caso specifico si tratta d’altro. Salviamole. Si tratterebbe di un atto di buona amministrazione e ragionevolezza”
“Infine – conclude Barone -, con questo Bilancio abbiamo dato corpo alla delibera di giunta che porta a 36 ore lavorative tutti i precari del Comune. Una grande conquista per questi lavoratori che finalmente si vedono riconosciuto un loro sacrosanto diritto –
“E a proposito di buone notizie, il Comune in questi giorni ha ricevuto un finanziamento PON Sicurezza di € 775.000,00 e un finanziamento dal GAL di € 127.000,00. Nulla c’entra col Bilancio, ma è giusto far emergere i meriti di una buona amministrazione Barone, in grado di chiedere ed ottenere i finanziamenti.”

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica