Gli asili nido di Ragusa apriranno il 16 settembre

RAGUSA (di Elisa Montagno) – L’assessore alla pubblica istruzione del comune di Ragusa Giovanni Iacono, accompagnato dal dirigente del Settore VII – Servizi alla persona – Politiche dell’istruzione, Salvatore Guadagnino, dal funzionario amministrativo e da quello tecnico, responsabili degli asili nido, ha effettuato nei giorni scorsi in vista della ripresa delle attività, dei sopralluoghi nelle strutture comunali.


E’ stato verificato che sono state predisposte le misure previste dalle linee guida per il contrasto all’epidemia da covid-19 che impegna tutti, educatrici e famiglie, ad osservare le misure di prevenzione previste che consentiranno quindi l’apertura degli asili nido il 16 settembre prossimo con il servizio articolato in 6 giorni a settimana, dal lunedì al sabato.
“Il personale che opera negli asili nido – afferma l’assessore Iacono – su base volontaria, si sta sottoponendo al test sierologico e sarà dotato dei dispositivi di protezione individuale; programmati inoltre, prima dell’apertura , tutti gli interventi di sanificazione. Nei mesi scorsi inoltre, sono stati anche effettuati dai tecnici dell’edilizia scolastica le necessarie verifiche ed interventi tesi a rendere efficienti ed ancora più accoglienti gli ambienti delle strutture comunali. In tutti gli asili nido sarà sottoscritto il “patto di corresponsabilità” con le famiglie per continuare la fattiva collaborazione che, da sempre, contraddistingue l’impegno ed il lavoro del personale educativo del nostro Ente, gli Osa e gli operatori al servizio dei bambini della nostra comunità che contribuisce a rendere una realtà di eccellenza, nell’ambito degli asili nido pubblici, le nostre strutture”.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica