Catania, ufficiale l’arrivo del difensore Eros Pellegrini

CATANIA – Il Catania scalda i motori in vista della trasferta di domenica alle 15 a Francavilla Fontana. Raffaele, grazie alla sosta di domenica scorsa, ha avuto il tempo di preparare serenamente il match che dovrebbe essere impostato sul 3-4-3 ma non è da escludere del tutto il 3-5-2.

Data per certa la conferma del reparto difensivo, in mediana scalpita Maldonado che dovrebbe giocare accanto a Rosaia. Uno spazio nel corso della gara dovrebbe ritagliarselo Piccolo. Sarà certamente assente Dall’Oglio che non ha ancora smaltito il problema muscolare che l’affligge. L’ex Sarao dovrebbe guidare l’attacco.  I pugliesi proveranno a recuperare uno tra Vazquez e Perez mentre non ci sarà certamente lo squalificato Sparandeo. La gara sarà seguita da poco più di 300 spettatori nel rispetto del nuovo Dpcm che in generale prevede il 15% della capienza massima dello stadio per un massimo di 1000 persone. Raffaele proverà a dosare le forze alla luce del successivo impegno contro la Ternana nel turno infrasettimanale di mercoledì. Ufficiale intanto l’arrivo a titolo definitivo di Eros Pellegrini, difensore di 30 anni, ultima stagione al Carpi. Complessivamente, il neo-rossazzurro, ha sommato fin qui 172 presenze nelle competizioni professionistiche ufficiali, realizzando tre reti. Ha sottoscritto un contratto annuale. Resta forte l’interesse di Joe Tacopina per il Catania. Si attendono a breve novità sul fronte del suo possibile ingresso in seno alla società rossazzurra. La Lega Pro ha intanto reso noto il programma con date e orari delle gare dall’8° alla 19° giornata d’andata. L’atteso derby siciliano tra Palermo e Catania si giocherà lunedì 9 novembre alle 21. La gara sarà trasmessa da Raisport.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica