Inzaghi “A Dortmund per giocarcela, meritiamo la qualificazione”

ROMA (ITALPRESS) – “Nella partita di andata abbiamo vinto meritatamente. Ce la giocheremo anche in casa loro. Siamo orgogliosi di essere imbattuti e della possibilità di poter giocare gli ottavi”. Così il tecnico della Lazio, Simone Inzaghi, ha presentato la sfida di Champions League contro il Borussia Dortmund, in programma al Westfalenstadion. “Ci meritiamo la qualificazione perché abbiamo fatto quattro partite importanti contro squadre importanti – ha spiegato l’allenatore biancoceleste – Dobbiamo guardare la nostra partita. Sappiamo che c’è un’altra gara a Bruges ma dobbiamo giocare nel migliore dei modi. Vogliamo arrivare a martedì tranquilli. Sarà difficile ma ce la giocheremo con le nostre armi”, ha concluso Inzaghi.

“Giocando ogni tre giorni abbiamo avuto delle problematiche inaspettate. Oggi l’allenamento è stato discreto. A parte Muriqi sono tutti a disposizione. Luiz Felipe e Caicedo sono da valutare e domani deciderò con calma la formazione” ha aggiunto. Convinto dei mezzi della propria squadra anche il centrocampista Lucas leiva.

“Abbiamo giocato bene all’andata però domani sarà diverso, perché giocheranno in casa. Sarà una sfida difficile, ma se scendiamo in campo come nelle scorse partite possiamo vincere. La squadra ha dimostrato di avere tanta voglia e un buon approccio. Dobbiamo continuare così” ha detto il brasiliano. “Tifosi? Con lo stadio pieno sarebbe stata una motivazione in più per entrambi. Contro l’Udinese non abbiamo fatto una grande gara ma penso che la squadra è matura e non dobbiamo cercare alibi. Abbiamo perso perché non abbiamo meritato, domani è l’occasione per ripartire”.

(ITALPRESS).

spf/gm/red

01-Dic-20 19:02

Fonte: Italpress

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica