Il Catania attende Tacopina

CATANIA – Il Catania si gode la sosta natalizia. La squadra rossazzurra, reduce dal pareggio interno con il Catanzaro, l’ottavo risultato utile di fila, che ha chiuso il 2020, si ritroverà a Torre del Grifo nella serata del primo gennaio per poi riprendere gli allenamenti il giorno seguente, in vista del match di domenica 10 alle 12,30 in trasferta contro la Casertana.

Una pausa utile che sta servendo a ricaricare le batterie ed a recuperare gli acciaccati tra cui Maldonado e Rosaia. La terza posizione a quota 27, senza contare gli ulteriori 2 punti di penalizzazione che si spera possano essere recuperati grazie al ricorso già inoltrato, premia gli sforzi della Sigi che prima ha salvato la matricola e poi ha allestito un organico di tutto rispetto. I riflettori sono puntati ovviamente su Joe Tacopina sempre più vicino ad acquisire la proprietà. I legali di entrambe le parti stanno lavorando per raggiungere l’accordo che dovrebbe arrivare a breve. La trattativa è complessa alla luce dei debiti e dunque è necessario valutare bene ogni passaggio. Raffaele prima della sosta natalizia ha sottolineato come ci siano le carte in regola per trasformare un’annata che doveva essere transitoria in una che faccia sognare. I numeri e l’aria che si respira intorno all’ambiente rossazzurro lasciano ben sperare. Dalle statistiche si evince la buona tenuta della difesa, la quarta del campionato e questo nonostante il tecnico barcellonese abbia dovuto ruotare gli uomini alla luce degli infortuni. Bisogna migliorare invece sul fronte d’attacco. Le 19 reti sinora messe a segno non sono tantissime, tanto da piazzare il reparto al settimo posto. Al mercato di gennaio potrebbe arrivare un rinforzo di livello.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica