Fugge dal reparto Covid con allucinazioni e torna a casa

BIANCAVILLA (CT) – Affetto da Covid, è letteralmente scappato dall’ospedale dove era ricoverato ed è tornato tranquillamente a casa, come se nulla fosse accaduto.

La tragicomica situazione è accaduta tra Biancavilla e Maletto ed ha visto protagonista un 64enne che lavora in una scuola di Catania. Ricoverato il 2 febbraio mattina per avere contratto il virus, ha pensato 24 ore dopo di alzarsi dal letto. Si è vestito, ha messo i suoi effetti personali in una borsa, ha lasciato il reparto e si è diretto verso la stazione della ferrovia Circumetnea per raggiungere Maletto, dove abita con la madre. Una volta sceso dal treno, ha persino acquistato una bottiglia d’acqua in un supermercato. La madre, non appena lo ha visto, ha capito che qualcosa non andava e lo ha messo in quarantena in una stanza. Nel frattempo il personale del nosocomio si è accorto della sparizione ed ha allertato i carabinieri. Il sindaco di Maletto Giuseppe De Luca, subito avvisato, si è attivandosi per riportare in ospedale l’uomo che non voleva saperne. Ha giustificato il suo gesto dicendo di avere visto il suo nome scritto in rosso su una lista, colore che avrebbe significato essere uccisi. Si tratterebbe di allucinazioni provocate dal Covid che gli avrebbe attaccato il cervello. Il 64enne, descritto dal primo cittadino come una brava persona ed onesto lavoratore, è stato riaccolto nell’ospedale di Biancavilla. La fuga purtroppo ha provocato ulteriori danni al suo stato di salute ed i medici hanno deciso di intubarlo.     

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica