Domani Ternana-Catania e Turris-Palermo

CATANIA – Messa alle spalle la vittoria con la Virtus Francavilla, per il Catania è già vigilia di campionato.

La squadra rossazzurra domani alle 15 sarà di scena in trasferta contro la capolista Ternana, guidata dal grande ex Cristiano Lucarelli. Raffaele potrebbe confermare all’inizio il 3-4-3 per poi cambiare in caso di necessità con il 3-5-2. Gli impegni ravvicinati potrebbero costringere il tecnico etneo a cambiare qualcosa nell’11 iniziale. In attacco potrebbe giocare Sarao, insieme a Di Piazza e Golfo. Scalpitano anche Maldonado e Pinto. Quest’ultimo ha ormai pienamente recuperato dopo l’infortunio ma deve accumulare minutaggio per tornare ai suoi livelli.  Dovranno stare attenti ad un eventuale cartellino Sales, Silvestri, Albertini, Dall’Oglio e Zanchi, tutti in diffida e quindi a rischio squalifica. All’andata vinsero gli umbri sul neutro di Lentini. Da allora la Ternana ha continuato a macinare vittorie e punti tanto che ormai sembra destinata alla promozione, alla luce dei 56 punti in classifica. L’arbitro dell’incontro sarà Ermanno Feliciani della sezione di Teramo il quale vanta due precedenti con le maglie rossazzurre: lo 0-0 casalingo dell’anno scorso contro l’allora capolista Reggina e l’1-2 con l’Avellino del 29 novembre.  La settimana appena iniziata segnerà l’atteso ritorno di Joe Tacopina a Catania, in tempo per il match casalingo di domenica con il Bari. Determinante sarà l’evolversi delle trattative portate avanti da Sigi con l’Agenzia delle Entrate e il Comune di Mascalucia. Intanto tra una decina di giorni il Tribunale Civile di Catania si pronuncerà sulla querelle tra l’ex ad Lo Monaco e Sigi. Nell’udienza di ieri è emersa l’avvenuta transazione con l’avvocato Ida Linda Reitano.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica