La Caritas Diocesana sostiene anche le famiglie con minori

CATANIA – Un supporto necessario per tante famiglie che, anche a causa
dell’emergenza sanitaria, si sono ritrovate in condizioni di grande
difficoltà e spesso impossibilitate a soddisfare bisogni primari come
l’alimentazione e alcune esigenze dei minori a carico.

Anche per queste ragioni, oltre al servizio di distribuzione di pasti all’Help Center della Caritas Diocesana di Catania che ogni giorno effettua circa 700 interventi alimentari, il Centro di Ascolto della Stazione Centrale ha erogato, tra settembre 2020 e gennaio 2021, oltre un migliaio di prodotti per l’infanzia e per la scuola: pannolini, omogeneizzati, pastina, salviettine detergenti, creme, matite, quaderni, diari e tanto altro.  Le richieste sono arrivate principalmente da famiglie, ma anche da uomini o donne singoli con minori. La provenienza è prevalentemente extracomunitaria, una componente che ammonta al 60% del totale delle richieste, seguita dagli italiani, decisamente in crescita nell’ultimo periodo, che hanno raggiunto il 36% del dato complessivo. Minore la presenza dei comunitari che sono poco più del 4%. A incidere maggiormente, in termini di nazionalità, è certamente la comunità senegalese, che da sola vale circa il 90% delle richieste degli extracomunitari, mentre tra i comunitari sono particolarmente presenti coloro che provengono da Polonia, Ungheria e Romania.  A sostenere il servizio sono state le numerose donazioni ricevute, tra gli altri, da singoli cittadini, gruppi parrocchiali, associazioni,
aziende, scuole, la Conferenza Episcopale Siciliana e i
Fondi CEI  8xmille della Chiesa Cattolica. «La crescente richiesta di prodotti per l’infanzia e di materiale scolastico, ha detto Salvo Pappalardo, responsabile delle attività della Caritas – evidenzia un maggiore
coinvolgimento, rispetto al passato, delle famiglie, in particolar modo
dei nuclei numerosi, nell’attuale crisi economica. Alla tradizionale
richiesta di aiuto che arriva dai nostri fratelli senza dimora e dai
tanti che, pur avendo un’abitazione, sono senza reddito, si sono
aggiunte persone che fanno ormai parte dell’ex ceto medio cittadino».

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica