Ragusa “città che legge”

RAGUSA (di Elisa Montagno) – Con determina n. 1491 del Settore XII – Cultura, è stato approvato l’avviso pubblico finalizzato all’acquisizione delle manifestazioni di interesse per la sottoscrizione del “Patto locale per la lettura”, pubblicato sul sito istituzionale dell’Ente, per il riconoscimento della qualifica del Comune di Ragusa – Città che legge – realizzando iniziative di promozione della cultura del libro sul territorio.

Potranno aderire al predetto Patto locale tutte le realtà territoriali interessate al mondo del libro, dell’editoria e della cultura che si impegnino in un’azione coordinata e collettiva, orientata alla diffusione e valorizzazione della lettura come strumento di benessere individuale e sociale, raggiungendo il maggior numero di cittadini e coinvolgendo tutti i soggetti che, a livello locale, possono offrire il loro contributo in base alle rispettive capacità e competenze, per la crescita culturale, sociale e civile della comunità.
Termine ultimo di presentazione delle manifestazioni d’interesse è fissato per giorno 30 marzo 2021.
L’Amministrazione comunale attraverso questa iniziativa – dichiara l’assessore alla cultura del comune di Ragusa Clorinda Arezzo – intende concretizzare un progetto di promozione della lettura sul territorio attraverso un’azione di coordinamento delle vivaci realtà già esistenti in città. Partecipare significa condividere e crescere insieme per cui mi auguro possa esserci una larga partecipazione. Una volta accolte le adesioni, sarà convocata la prima riunione del tavolo di coordinamento in cui, oltre alla condivisione del progetto con cui parteciperemo al bando ‘Città che legge’, si comincerà a pianificare le attività per l’anno 2021”.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica