“Giornata della memoria e dell’impegno”. Adesione del Comune di Vittoria

VITTORIA (di Elisa Montagno) – Anche il Comune di Vittoria ha partecipato, fornendo il patrocinio, alla “Giornata della memoria e dell’impegno”, in ricordo delle vittime innocenti di mafia e organizzata dall’Associazione Libera di don Luigi Ciotti.
L’evento si è celebrato, nel rispetto delle norme anti-covid, nella sala delle Capriate dell’ex convento dei Frati minori.

Il Commissario straordinario del Comune di Vittoria, Filippo Dispenza, ha partecipato attraverso un intervento, trasmesso sulle frequenze radiofoniche di Radio Sole, intervistato da Andrea Gentile, giornalista e organizzatore della manifestazione a Vittoria. Dispenza si è soffermato sul lavoro svolto in questi due anni e mezzo a Palazzo Iacono.
“La mafia si esprime con violenza, arroganza, con la privazione della libertà di scelta nei settori imprenditoriali e sociali. Rappresenta un cancro sociale da abbattere. In questi anni abbiamo messo ordine in una Pubblica amministrazione all’interno della quale abbiamo trovato atti di corruzione. E la corruzione, voglio ricordare, è il cibo prediletto
di cui si nutrono le mafie e colpisce pesantemente i settori della vita pubblica”. Il Commissario Filippo Dispenza, ha passato in rassegna tutti gli interventi particolarmente significativi effettuati durante la gestione commissariale. “Nel Comune di Vittoria, ed è stato ben rimarcato nella relazione della Commissione che ha portato allo scioglimento del Comune, non venivano svolte gare ad evidenza pubblica da più di 40 anni. Abbiamo assegnato le concessioni al mercato ortofrutticolo attraverso una gara ad evidenza pubblica e le ultime concessioni da assegnare le abbiamo messe a bando con le stesse modalità. Il mercato ortofrutticolo rappresenta un gioiello non solo per l’economia cittadina ma per l’intero Mezzogiorno e abbiamo voluto operare con trasparenza ed efficacia per preservarlo dall’infiltrazione delle organizzazioni criminali.
La gara per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti urbani è stata assegnata qualche mese fa. Abbiamo assegnato con gara ad evidenza pubblica anche il servizio di riscossione dei tributi comunali. L’evasione dei tributi locali ha rappresentato un’altra nota dolente che abbiamo riscontrato all’interno del Comune. Ma i cittadini devono capire che, pagare i tributi in ragione della propria capacità contributiva, significa avere i servizi essenziali come trasporti urbani, manutenzione stradale, servizio idrico. Proprio sulla
rete idrica abbiamo avviato degli interventi straordinari perché era da decenni che non venivano fatti sforzi significativi per la sua ristrutturazione. Il finanziamento dell’ampliamento della rete fognaria nella frazione di Scoglitti rappresenta uno dei traguardi più recenti che abbiamo ottenuto. Per non parlare degli interventi fatti per evitare il dissesto finanziario del Comune. Grazie ai finanziamenti ottenuti dal Ministero dell’Interno abbiamo scongiurato il default dell’ente. Noi stiamo cercando di ridare dignità alla città di Vittoria”.
Infine, per quanto riguarda l’azione di contrasto alla criminalità, Dispenza ha voluto rimarcare i progetti svolti in sinergia con le scuole di Vittoria. “La mafia si combatte nelle scuole, a partire dall’istruzione. L’educazione alla legalità costituisce un valore irrinunciabile per la formazione di cittadini consapevoli in una società rispettosa dei diritti fondamentali e della civile convivenza. Da lì nasce la speranza per le nuove generazioni di poter vivere in una città diversa, in una città migliore”.
Un pensiero particolare, in questo giorno, il Commissario Dispenza lo ha rivolto ai bambini innocenti vittime dell’arroganza mafia. Come i cuginetti, ad esempio, Alessio e Simone D’Antonio vittime assurde di comportamenti irresponsabili e criminali.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica