Ragusa: minaccia madre e nipoti, arrestato dalla polizia

RAGUSA (Giulia Di Martino) – La polizia arresta stalker che minacciava la madre ed i fratelli di morte per soddisfare i propri vizi. La Mobile ricevuta la denuncia dava avvio ad un’intensa attività d’indagine che permetteva di provare la gravità del comportamento dell’uomo. Dipendente dalla cocaina, minacciava di morte e di torturare i congiunti asserendo di avere amici napoletani della camorra che lo avrebbero aiutato a farli fuori se non gli avessero consegnato il denaro. La polizia arresta un uomo ragusano di anni 46 anni per estorsione e stalking ai danni della madre e dei fratelli. La procura, due mesi fa, ha delegato la mobile per accertare quanto denunciato dai familiari. Terrorizzati dalla impressionante escalation di minacce e richieste estorsive commesse dal congiunto, le vittime hanno consegnato decine di migliaia di euro. A seguito delle indagini, la Procura ha richiesto ed ottenuto al GIP la misura cautelare in carcere per l’indagato, proprio per la pericolosità e violenza manifestate dal soggetto. Da più di un anno l’uomo aveva interrotto ogni rapporto con i familiari con cui gestiva un’attività imprenditoriale. I rapporti sono stati interrotti di comune accordo ma l’uomo non accettava in alcun modo le decisioni maturate insieme pretendendo più soldi di quelli dovuti; questa era solo una scusa per estorcere del denaro al fine di acquistare droga. La madre ed un fratello, al fine di aiutarlo, lo foraggiavano spontaneamente fino a quando non hanno compreso che il denaro servisse per acquistare droga pertanto decidevano di non assecondarlo più. Non appena i congiunti decidevano di non soddisfare più le richieste, l’indagato ha dato inizio ad un comportamento criminale sempre più grave. Prima la persecuzione con centinaia di messaggi, telefonate ed email, poi le minacce ed insulti di ogni tipo, alla fine l’escalation criminale è giunta fino all’ estorsione. L’uomo pretendeva denaro altrimenti avrebbe ucciso e torturato tutti, compresa la madre ed i nipoti, vantandosi di avere amici camorristi. La denuncia presentata dai familiari con grande fatica è stata l’ultima cosa che avrebbero voluto fare ma di sicuro la cosa più giusta; forse adesso il loro congiunto potrà rendersi conto della gravità di quanto fatto e seguendo un percorso riabilitativo tornare a poter vivere una vita priva da dipendenze. La polizia di Stato è stata accanto alla famiglia durante le indagini, per raccogliere quante più fonti di prova a carico dell’indagato che ha dimostrato una pericolosità sociale inaudita. Al termine, è arrivato il provvedimento di cattura in altra regione grazie alla collaborazione dei colleghi del posto. L’uomo è in carcere

 

 

Leggi tutto

Ragusa, la Polizia arresta ladro solitario

RAGUSA   (di Giulia Di Martino) – Un ladro solitario, può essere definito così Arxhens ZYKOLLARI, albanese 19enne arrestato dalla polizia di Ragusa con l’accusa di furto aggravato ai danni di abitazioni ed esercizi commerciali di ogni genere.  Da più di un mese la Polizia riceveva denunce per furti ai danni di abitazioni ed esercizi commerciali; da una congiunta attività di indagine della Squadra Mobile e della Squadra Volanti è stato possibile ricostruire in pochissimi giorni numerosi furti perpetrati con un modus operandi sempre uguale: il giovanissimo ladro si recava nel luogo da lui scelto a bordo di uno scooter, di notte, effettuava alcuni giri di perlustrazione e quando era sicuro di agire perché non c’era nessuno, utilizzando un piede di porco, entrava e rubava tutto ciò che era facilmente trasportabile. Quando gli oggetti erano di grosse dimensioni li trasportava a piedi per nasconderli e poi andare a riprenderli. Durante uno dei furti commessi il ladro ha però lasciato un’impronta che ha permesso agli investigatori di risalire a ZYKOLLARI. L’esame delle immagini degli impianti di videosorveglianza da parte della Squadra Mobile hanno permesso di fare il resto, ovvero di ricostruire numerosi furti in base al riconoscimento del ladro.

Zikollari è stato fermato e arrestato, mentre stava prendendo l’autobus, probabilmete in procinto di partire.

Gli agenti hanno trovato a casa di ben 4 ricettatori televisioni, 4 biciclette per un valore complessivo di quasi 30.000 euro, computer, tablet e gasolio. Purtroppo in alcuni esercizi commerciali era stata asportata la cassa con all’interno banconote che non sono state rinvenute in quanto spese subito dopo il furto. I quattro ricettatori sono tutti albanese ed hanno ammesso di aver nascosto o comprato dal ladro quanto sequestrato. Gli oggetti sono stati restituiti ai legittimi proprietari

 

 

RAGUSA: Arrestato ladro solitario

Leggi tutto
TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica