Il presidente Mattarella all’anniversario dei Vigili del Fuoco

Chiesti per l’occasione maggiori uomini e mezzi per la Sicilia

CATANIA – Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ospite d’eccezione a Catania per l’80°anniversario del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, manifestazione dedicata anche ai 3 pompieri morti recentemente nell’esplosione di Quargnento nell’alessandrino ed ai colleghi Dario Ambiamonte e Giorgio Grammatico deceduti a Catania durante un intervento nel 2018.

Leggi tutto

Modica, cerimonia in memoria di Rosario Cerruto

Tristezza, ricordi e qualche momento di gioia

MODICA (di Elisa Montagno) – Nel volto dolente, ma con atteggiamento raccolto e sobrio, della novantenne Giuseppa Cicero, mamma di Rosario Cerruto, il carabiniere di Modica perito in un agguato avvenuto tra il 16 e il 18 dicembre del 1985 in un’area di servizio tra Sala Consilina e Polla e rimasto impunito, sta il senso intimo della cerimonia in memoria di un giovane appena venticinquenne sino ad oggi e rimosso dalla memoria dei più.

Leggi tutto

Palermo: in ricordo di Libero Grassi

Stamani cerimonia in via Vittorio Alfieri

PALERMO (Di Emilinao Di Rosa) – A 28 anni dalla morte di Libero Grassi, l’imprenditore che si ribellò al pizzo e per questo venne ucciso dalla mafia, Palermo lo ha ricordato con una cerimonia in via Vittorio Alfieri. In quella strada, nel centro della città, il 29 agosto del 1991, alle sette e mezza di mattina, Grassi venne ucciso con quattro colpi di pistola mentre andava a piedi al lavoro: la sua azienda era la fabbrica Sigma e produceva biancheria. Questa mattina nel luogo del brutale assassinio c’erano i figli dell’imprenditore Alice e Davide, il nipote Alfredo, il sindaco di Palermo Leoluca Orlando e il vicario del prefetto di Palermo. Al ricordo si associa anche il presidente della Regione Nello Musumeci, con queste parole: “Un imprenditore con la schiena dritta che si oppose, fino alle estreme conseguenze, all’infame ricatto del pizzo. Il sacrificio di Libero Grassi deve essere un riferimento fondamentale per tutti coloro i quali hanno a cuore la costruzione, in Sicilia, di un’economia sana e senza condizionamenti mafiosi. Ecco perché, oggi, è doveroso ricordarlo”.  Alla commemorazione hanno partecipato anche alcuni commercianti bengalesi che hanno denunciato i loro esattori facendoli arrestare, accompagnati dal presidente di Addiopizzo Daniele Marannano che spiega:”a ventotto anni dal suo assassinio Libero Grassi avrebbe a fianco centinaia di commercianti e imprenditori che si sono liberati dagli estorsori e che oggi proseguono il loro lavoro, pur tra mille difficoltà congiunturali”. Durante la commemorazione del padre, Alice Grassi ha spruzzato vernice rossa in via Alfieri a Palermo, sul luogo dell’omicidio e poi ha pronunciato queste parole: “o sono io che non mi sono accorta di niente oppure il governo nazionale in questo anno non ha fatto nulla sul fronte della lotta alla mafia”. �

Leggi tutto

Modica: 118esimo anniversario della nascita del Nobel Quasimodo

Corona di alloro sotto la targa che ricorda Salvatore Quasimodo

MODICA (di Elisa Montagno) – Non solo poesia per il 118mo anniversario della nascita del Nobel Salvatore Quasimodo. Presso il Museo Casa natale di via Posterla l’ospite di eccezione è stato il figlio del Nobel, Alessandro, che nel corso dei quattro giorni di permanenza in città ha incontrato turisti, visitatori, ha recitato poesie del padre e della madre Maria Cumani, ha raccontato aneddoti anche inediti della vita familiare, tra cui l’esilarante vicenda dell’esonero dalla leva che grazie al poeta e per tramite dell’allora Ministro della Difesa, Giulio Andreotti, il giovane Alessandro ottenne con qualche escamotage. E’ toccato proprio ad Alessandro Quasimodo insieme all’assessore alla Cultura Maria Monisteri porre una corona di alloro sotto la targa che ricorda il Nobel.

Leggi tutto

Modica, 51° dalla morte del Nobel Quasimodo

Una corona di alloro è stata apposta sotto la targa che ricorda la figura del poeta

MODICA (di Elisa Montagno) – Si è tenuta presso il Museo Casa natale “Salvatore Quasimodo” di Modica una cerimonia in ricordo del 51mo anniversario della morte del Nobel. Una corona di alloro è stata apposta sotto la targa che ricorda la figura del poeta alla presenza del Presidente del Consiglio comunale, Carmela Minioto, del Direttore Onorario del Museo Civico di Modica e Direttore del Polo Regionale dei Siti Culturali di Ragusa , Giovanni Di Stefano, e del Coordinatore regionale delle Case della Memoria, Giuseppe Nuccio Iacono. Presenti anche i rappresentanti della associazione Arca Sicula e del Caffè Letterario Quasimodo. Ha fatto gli onori di casa Marinella Ruffino, presidente dell’Associazione culturale “Proserpina” che gestisce il sito. Il presidente del Consiglio, Carmela Minioto, ha evidenziato il ruolo di promozione culturale che l’associazione svolge ormai da qualche anno e ricordato l’impegno dell’amministrazione nel sostenere l’impegno. Per il direttore onorario del Museo civico, Giovanni Di Stefano, è importante e significativo che la figura del Nobel venga ricordata con eventi e proposte sempre interessanti. La città, ha detto Di Stefano, è legata al suo Nobel come testimonia la presenza di altre associazioni che ne promuovono il messaggio. Giuseppe Nuccio Iacono ha portato il saluto delle Case della Memoria che idealmente si sentono vicine a Casa Quasimodo, recentemente entrata nel circuito della associazione. Allo storico Daniele Pavone è toccato il compito di ricordare alcuni temi della poesia quasimodiana, intrisa di amore per la vita come contrapposizione alla morte ma anche dalla ricerca della bellezza. Salvatore Quasimodo è anche poeta del sud di cui rievoca atmosfere, suoni e segni in un itinerario poetico quanto mai attuale.

Leggi tutto

Modica, il 2 giugno rievocazione dell’eccidio di Passo Gatta

MODICA (di Elisa Montagno) – L’amministrazione comunale, Cgil, Cisl e Uil di Modica promuovono la cerimonia di rievocazione dell’eccidio di Passo Gatta, nel 98° anniversario (1921/2019), in programma domenica 2 giugno, alle 9.30, con concentramento dei partecipanti in Piazza San Giovanni a Modica Alta.
La cerimonia dopo il raduno delle autorità e dei cittadini procederà con il corteo che si concluderà con la posa della corona, da parte dei sindacati nella lapide rievocativa e dell’amministrazione al monumento alla memoria dove si terranno gli interventi commemorativi.
Leggi tutto
TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica