Pasolini al centro del Sabato letterario del Caffè Quasimodo di Modica

MODICA (Di Elisa Montagno) – Lo scorso sabato al Caffè Quasimodo di Modica piacevole serata dedicata ad un grande intellettuale della letteratura del ‘900: Pier Paolo Pasolini, un intellettuale scomodo, ha affermato Domenico Pisana nella sua introduzione, che tra gli anni ’50 e anni ’70 ha suscitato nel mondo culturale e nella società italiana reazioni contrastanti a volte di consenso e a volte di avversione, per le sue posizioni aspramente polemiche, ma sicuramente orientate a porre in essere una battaglia contro le trasformazioni neocapitalistche e consumistiche e contro il ceto politico corrotto.
Michele Armenia, docente di Lettere nel Liceo Classico di Modica, ha intrattenuto il pubblico su Pasolini poeta e narratore, evidenziando, con l’analisi di alcuni testi poetici pasoliniani, quali “Alla Nazione” e “Ad uno spirito” nonché “La crocifissione” e “Le ceneri di Gramsci” come tra la fine degli anni ’50 e ’60, il poeta abbia sperimentato moduli espressivi nuovi e posto in essere un impegno ideologico con un atteggiamento razionalmente conoscitivo verso il mondo esterno, allontanandosi dai modelli poetici tradizionali.
Interessante l’intervento di Danilo Amione, docente e critico cinematografico, che ha sottolineato, come Pasolini sia stato uno degli autori di punta della nostra cinematografia, con opere di alto livello che nel suo tempo suscitavano polemiche per il linguaggio orginale ed inconsueto e per le immagini talora moto ardite, ma che tuttavia riscuotevano grande successo presso il pubblico.
Molto coinvolgente la lettura di testi poetici e di stralci di romanzi di Pasolini, a cura di Daniele Voi, Speaker radiofonico, e Assunta Adamo della Compagnia “Piccolo Teatro” di Modica, come pure molto apprezzati dal pubblico sono stati gli intermezzi musicali a cura del “Trio Ecole”, composto dal M° Lino Gatto alla chitarra, il M° Paolo Bernò al clarinetto e Giuseppe Mallia al flauto.
Leggi tutto

Grande presenza di pubblico per il festival “A Tutto Volume”

RAGUSA (di Elisa Montagno) – In migliaia nelle piazze di Ragusa per assistere alla presentazione dei libri pubblicati nell’ultimo anno da autori e scrittori italiani e stranieri. Una formula semplice ma al tempo stesso di successo, che da ben nove anni è capace di attirare un pubblico sempre crescente, numeroso, attento, appassionato. E’ il festival letterario “A Tutto Volume – libri in festa a Ragusa” che riesce ad attirare lettori e visitatori in arrivo da tutta la Sicilia ma anche dal resto d’Italia per assistere ai tantissimi incontri che si susseguono durante questo fine settimana, più di 70 tra quelli del programma ufficiale e gli “Extravolume”, eventi promossi direttamente da associazioni e privati del territorio. Un festival che riesce a sfidare anche l’inaspettata pioggia, superando ogni difficoltà e mantenendo invariato il programma, come accaduto all’incontro inaugurale in piazza San Giovanni con la scrittrice Daria Bignardi. Successo di pubblico per tutti gli appuntamenti del festival, ideato e curato dal direttore artistico Alessandro Di Salvo, che riesce a coinvolgere tutta la città in un’atmosfera di vera e propria festa.
Leggi tutto
TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica