Rosatellum

Il ‘Rosatellum’ al centro di un incontro presso la Fondazione Grimaldi

MODICA (di Elisa Montagno) – Su iniziativa della locale sede dell’Unitre si è tenuto a Modica, presso la sala riunioni della Fondazione Grimaldi, un incontro tanto interessante quanto partecipato, nel corso del quale è stato illustrato, chiarito e commentato il nuovo sistema elettorale in vista del voto del prossimo 4 marzo per il rinnovo del Parlamento Nazionale. Dopo il saluto e l’intervento introduttivo del presidente Rinaldo Stracquadanio, Francesco Raniolo, Direttore del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’Università della Calabria ha relazionato sul tema “Dimmi come voti e ti dirò che democrazia hai: l’Italia al tempo del rosatellum”. Nel suo intervento, particolarmente seguito, il relatore, riferendosi al nostro Paese ma anche alla Grecia, alla Spagna, alla Germania al Portogallo, e non solo, ha sottolineato come in Europa ci si trova difronte a “democrazie parecchio complicate” che condizionano la stabilità dei rispettivi governi. Ha evidenziato quindi la particolarità dell’Italia, non solo in ordine alla durata media degli esecutivi ma anche per il fatto che, negli ultimi venticinque anni, si sono avute ben sei leggi elettorali (proporzionale, matterellum, porcellum, consultellum, Italicum e rosatellum) che, una dopo l’altra, hanno ridimensionato sempre di più quei “principi di democrazia diretta“ attraverso i quali dovrebbero affermarsi la volontà e le scelte degli elettori. Riferendosi poi alla nuova legge elettorale ha chiarito come tale legge è, nel contempo, semplice (all’elettore basta segnare una sola “X”, per ognuna delle camere, per esprimere il proprio voto), necessaria (dopo il pronunciamento della Corte Costituzionale e visto l’esito del referendum, l’Italia era rimasta senza una legge elettorale valida per le due camere), complicata (per il modo come si dovrà procedere per l’assegnazione dei seggi), incerta (perché dal voto è assai difficile che possa venir fuori un Governo , tanto che non è da escludere un ritorno alle urne oppure o la formazione di un esecutivo “del Presidente” o “tecnico”). Raniolo si è quindi soffermato sui principali sistemi elettorali (uninominale maggioritario, proporzionale con preferenza, proporzionale con lista bloccata, ecc) precisando che quello italiano, regolato dal rosatellum, è un sistema misto in forza del quale i seggi saranno assegnati per due terzi col proporzionale ed il resto col maggioritario tenendo conto anche degli sbarramenti (3% per i partiti e 10% per le coalizioni) e del fatto che non è previsto il voto disgiunto. Alla relazione è seguito un ampio ed interessante dibattito nel corso del quale sono stati ulteriormente chiariti i diversi dei punti che caratterizzano la legge illustrata. I lavori sono stati conclusi dal presidente Stracquadanio che, a nome dell’Unitre di Modica, ha ringraziato Raniolo per la disponibilità e per la relazione, Salvatore Burrafato , presidente dell’Unitre di Ragusa per avere accolto l’invito ad essere presente, oltre che i partecipanti all’incontro ed, in particolare, coloro che coi loro interventi ed i loro quesiti hanno contribuito a qualificare la riunione e a raggiungere gli scopi prefissati per una sufficiente conoscenza della legge che sarà applicata in occasone dell’ormai imminente appuntamento elettorale.
Leggi tutto
palagrimaldi

Modica, incontro sul nuovo sistema elettorale

MODICA (di Elisa Montagno) -Organizzato dall’Unitre di Modica, su iniziativa del Consiglio Direttivo presieduto da Rinaldo Stracquadanio, , presso la sala riunioni della Fondazione Grimaldi, sabato 24 febbraio, alle ore 17,30, avrà luogo l’incontro sul tema “Dimmi come voti e ti dirò che democrazia hai: l’Italia al tempo del rosatellum” .
Relatore sarà Francesco Raniolo, ordinario di Scienza Politica e Direttore del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’Università della Calabria che si intratterrà sui contenuti della nuova legge elettorale e sulle modalità di voto, anche in vista delle prossime elezioni per il rinnovo del Parlamento Nazionale.
L’incontro è stato voluto per mettere in condizione tutti i soci dell’Unitre di Modica di avere una quanto più completa conoscenza del nuovo sistema elettorale e di poter esprimere il voto in maniera corretta e consapevole.
Leggi tutto
unitre

Modica, convegno sul tema ‘A tavola con il diabete’

MODICA (di Elisa Montagno) – Promosso ed organizzato dalla locale sede dell’Unitre si è svolto a Modica, presso la sala riunioni della Fondazione Grimaldi, l’incontro sul tema “A tavola con il diabete”.
Relatore il diabetologo Salvatore Burrafato, già primario di medicina presso l’Asp di Ragusa ed attuale presidente della sede Unitre del Comune capoluogo.
Dopo il saluto e l’intervento introduttivo del presidente Rinaldo Stracquadanio che, fra l’altro, ha riferito sull’attività, svolta e programmata dall’associazione, è intervenuto con la sua interessante relazione il dr Burrafato che, dall’alto della sua grande esperienza, si è ampiamente trattenuto sul diabete e sui non sottovalutabili suoi effetti, non certamente positivi, per la salute e per la longevità di chi ne è affetto. Dopo aver illustrato le cause, gli sviluppi e le varie conseguenze della malattia sugli organi vitali del corpo umano, ha chiarito come, attraverso una corretta ed appropriata alimentazione, il diabete può essere prevenuto , curato e contenuto entro i normali valori . Il dr. Burrafato ha chiarito inoltre l’importanza della qualità e della quantità degli alimenti ed ha sottolineato come le diete da seguire debbono essere adeguatamente equilibrate e debbono contenere prodotti naturali e a basso indice glicemico. Cerali integrali, legumi, verdure, ortaggi, frutta, alghe (con particolare riferimento alla spirullina) e dolcificanti appropriati (stelvia, cannella, cardomene,ecc) gli alimenti particolarmente raccomandati. Carni bianche, formaggi, pesce: alimenti da assumere con particolare prudenza. Carni rosse, dolci, latte e latticini, alimenti ottenuti con farine raffinate, questi alcuni degli alimenti da allontanare o comunque da contenere al massimo se si vuole tenere sotto controllo il diabete e tutto ciò che tale malattia provoca a danno della salute.
Leggi tutto
palagrimaldi

A Modica in programma un convegno sull’Ordine al Merito della Repubblica

MODICA (Di Elisa Montagno) – Sabato prossimo, 17 febbraio, alle ore 17, a Modica presso il Salone d’Onore della Fondazione Grimaldi di Modica, si terrà il convegno, aperto al pubblico, dal titolo: Ordine al Merito della Repubblica tra diritto, prassi e self styled orders. Relatori dell’evento saranno: Francesco Atanasio, del Foro di Siracusa, e Delegato per la Sicilia Degli Ordini Cavallereschi di Casa Savoia, Carmelo Cataldi, giurista e scrittore, un Dirigente della Prefettura di Ragusa e Giovanni Mirulla, Delegato Regionale per la Sicilia dell’Associazione Nazionale Insigniti Onorificenze Cavalleresche. Il convegno si propone di illustrare, sotto il profilo giuridico e della prassi, l’Ordine cavalleresco per eccellenza dello Stato Italiano, istituito nel 1951 con la legge n. 178, ma soprattutto quali sono state le motivazione ab origine della nascita e, argomento che verrà trattato da Cataldi, le previsioni sanzionatorie previste dalla medesima legge per i pseudo ordini cavallereschi che pullulano nella penisola italiana.
Purtroppo quest’ultimo è un fenomeno abbastanza dilagante negli ultimi decenni sul territorio nazionale a causa di una vetustità della normativa di settore e di una formazione assente o non corretta degli organi preposti al controllo.
Sarà questa un’occasione per far conoscere e precisare cosa prevede la normativa e le circolari ministeriali e quali sono gli unici Ordini cavallereschi legittimi riconosciuti dallo Stato Italiano e in particolare dallo Stato Pontificio.
Un funzionario della Prefettura di Ragusa argomenterà invece sulla prassi in uso circa l’istruzione delle candidature all’Ordine e le statistiche provinciali sugli insigniti dell’Ordine.
Il Comm. Mirulla illustrerà invece gli aspetti associativi pertinente l’Ordine al Merito, nonchè quelli relativi agli altri ordini cavallereschi riconosciuti nello Stato Italiano.
Ogni anno moltissimi cittadini della Provincia di Ragusa e quindi anche modicani, vengono insigniti del prestigioso Ordine su segnalazione o motu proprio del Presidente della Repubblica; è il caso del modicano e Commendatore OMRI Giorgio Avola, insignito motu proprio dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano nel 2013.
Leggi tutto
TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica