L’ultimo saluto all’imprenditore Antonio Aurnia

I funerali si sono svolti nel duomo di San Pietro

Oggi è stato il giorno dell’ultimo saluto ad Antonio Aurnia, l’imprenditore modicano morto lunedì scorso all’età di 58 anni a Modica. I  funerali si sono svolti  nel Duomo di San Pietro.  Aurnia, persona nota e stimata, è stato presidente del Modica Calcio e  imprenditore di successo. La città è ancora  sconvolta e addolorata per la tragica morte di  Aurnia. E’ stato il vescovo di Noto Antonio Staglianò  a celebrare i funerali davanti ad una chiesa gremita di gente. Durante la sua lunga omelia il vescovo si è soffermato  sulla figura dell’uomo, dell’imprenditore e del padre di famiglia.  ”Il suicida oggi è chi ha gridato aiuto” ha detto Stagianò. Ed ancora “La morte di Antonio, che nella forma scenica assomiglia a un suicidio, non è suicida. Oggi  sentite in chiesa-ha aggiunto Staglianò- il grido di aiuto lanciato da Antonio? Anche il sindaco Ignazio Abbate  presente in prima fila a portare il cordoglio della città. Un lungo applauso  ha salutato l’uscita dalla chiesa del feretro. “Con la morte di Antonio Aurnia- hanno commentato in molti- la città è più povera sul piano della generosità”   Prima dei funerali c’è stato un corteo funebre partito da piazza Monumento e preceduto da un striscione con la scritta “Ciao Presidente”  accompagnato da due grandi bandiere rossoblù.  Ai funerali  si sono visti molti volti del mondo sportivo. Tra questi l’ex Direttore sportivo Cesare Sorbo e l’ex calciatore del Modica Ignazio Panatteri. Prima della tumulazione al cimitero di Modica c’è stato un momento  dedicato ad Antonio Aurnia presidente del Modica calcio.  Allo stadio “Scollo” il carro funebre con il feretro del presidentissimo si è fermato davanti la tribuna centrale con i tifosi a scandire il suo nome un momento molto commovente  per l’estremo saluto arrivato dal mondo sportivo.

Leggi tutto

Modica, oggi l’addio a Peppe Lucifora

Tanta gente ai funerali celebrati nel duomo di San Giorgio

RAGUSA – Nel suo duomo di San Giorgio Peppe Lucifora ha avuto oggi pomeriggio l’ultimo saluto da Modica. Il cuoco, portatore della statua del Santo patrono, personaggio folkloristico, custode delle tradizioni modicane e benvoluto da tantissima gente è stato ricordato con affetto da Padre Giovanni Stracquadanio, parroco di San Giorgio: “Peppe ci ha sorpreso anche nella morte – ha detto il prelato -. Ci auguriamo che siano affidati alla giustizia gli autori di questo grave delitto. Peppe viveva in simbiosi con Modica, ecco perchè tutti lo amavano”.

Le indagini sull’omicidio intanto vanno avanti: il 58enne è stato ucciso crudelmente, domenica, nella sua casa al quartiere Dente; l’esame autoptico ha confermato la morte per soffocamento provocato da una o forse due persone: il volto tumefatto e la mandibola rotta della vittima hanno stabilito che prima di morire era stato picchiato con violenza. E infine la bella storia venuta fuori da questa tragedia e che riguarda i tanti animali che Peppe Lucifora aveva adottato e accudiva in una sua casetta in campagna. Li ha presi in custodia Franco Bellia, altro modicano verace, molto conosciuto in città e titolare di un agriturismo con piccolo zoo annesso: stamattina un asinello e un pony sono stati portati via per andare nella Fattorietta di Franco. Due giorni fa, erano stati portati via gli animali di taglia minore ma il trasporto si era dovuto interrompere per il maltempo; un’azienda avicola di Modica ha pure regalato i sacchi di mangime e alcune donazioni sono arrivate anche dall’America. Da una tragedia e da un dramma così violento dunque vengono fuori i gesti straordinari e solidali della comunità modicana.

Leggi tutto

Modica, oggi l’ultimo saluto a Elio Scifo. VIDEO

I funerali nella chiesa di San Pietro, gremita di gente

MODICA – Una vita spesa tra sport e politica ma anche per la sua professione di ingegnere. Il suo grande impegno e quanto a Modica fosse apprezzato, oggi s’è visto tutto; oggi è stato il giorno dell’ultimo saluto a Elio Scifo morto a 69 anni a causa di un infarto fulminante ieri mattina; i funerali si sono tenuti questo pomeriggio, nella chiesa di San Pietro. La chiesa era piena di gente, tantissimi hanno voluto salutare l’uomo che per il suo impegno professionale, per la sua passione per la vita politico-amministrativa della città e per la sua passione pallavolistica, si è fatto conoscere e stimare a Modica. Lo ha ricordato nella sua omelia anche Padre Mario Martorina, che ha celebrato le esequie. 

Leggi tutto

Scicli, oggi pomeriggio i funerali di Martina Aprile. VIDEO

Morta domenica notte in un tragico incidente stradale

 La comunità si è stretta attorno al dolore che ha colpito le famiglie di Martina Aprile 25 anni  e Said Siraj di 16 anni, morti entrambi in due distinti incidenti stradali a Scicli. Tanta commozione in città per le due giovani vite spezzate.  Nel pomeriggio si sono svolti nel santuario di Santa Maria La Nova i funerali di Martina. La bara è partita dall’abitazione di via Napoli a Donnalucata  dove  da ieri pomeriggio  c’è stata la Camera ardente.

Leggi tutto
TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica