Fratelli feriti a colpi di pistola, indagini a Gela

Forse si tratta di un regolamento di conti

GELA – Si ipotizza un “regolamento di conti” come movente dell’agguato teso, ieri sera, da uno o più sconosciuti ai fratelli Antonio e Ruben Raitano, di 29 e 25 anni, feriti a colpi di pistola mentre viaggiavano su un ciclomotore.

Due i proiettili, di piccolo calibro, che sarebbero andati a segno raggiungendo all’addome Antonio, sottoposto a intervento chirurgico, e colpendo di striscio alla testa Ruben, già dimesso stamani dall’ospedale Vittorio Emanuele di Gela dove i Raitano si erano recati per essere soccorsi. Nessuno dei due è in gravi condizioni. I carabinieri, che, coordinati dalla Procura di Gela, indagano per l’ipotesi di reato di tentato omicidio, hanno eseguito in nottata controlli, interrogatori e perquisizioni anche in casa delle due vittime, note alle forze dell’ordine per i loro precedenti penali. L’agguato di ieri sera è avvenuto nel quartiere “Settefarine”, lo stesso dove, Ruben, due anni addietro, sparò contro tre persone per reagire a una presunta aggressione durante la controversa operazione di compravendita di una automobile. Processato per tentato omicidio, fu condannato in primo grado a 8 anni di reclusione. Pena ridotta in appello a 3 anni e tre mesi perchè il reato.

Leggi tutto

Terzo attentato incendiario contro bar Gela, indagini

Importanti per le indagini le immagini di videsorveglianza

GELA – Terzo attentato incendiario, in pochi mesi (il secondo in una settimana) contro il bar “Lory”, in via Palazzi, nel rione “Caposoprano”, a Gela. Dalle immagini del sistema di videosorveglianza del locale si vede un giovane travisato dal casco che arriva in ciclomotore, versa del liquido infiammabile davanti alla saracinesca del bar, appicca il fuoco e fugge. Il tutto in meno di un minuto.

Leggi tutto

Droga: segnalazione su app “You Pol”, tre arresti a Gela

Operazione della Polizia di Stato

GELA – Tre persone sono state arrestate a Gela dalla polizia di Stato nell’ambito di un’operazione antidroga scattata in seguito a una segnalazione sulla app “You Pol”. Gli agenti del locale commissariato hanno eseguito una ordinanza cautelare emessa dal Gip presso il Tribunale di Gela, su richiesta della Procura, uno in custodia cautelare in carcere e due agli arresti domiciliari, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti continuato in concorso. All’operazione hanno preso parte le unità cinofile della Questura di Catania.

Leggi tutto
TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica