palazzo Iacono

Vittoria: ‘Agenda Urbana’, 17 milioni per lo sviluppo urbano sostenibile

VITTORIA – I comuni di Gela e Vittoria camminano insieme per una strategia di sviluppo urbano sostenibile. C’è l’ok da parte della Regione, accompagnati da 17 milioni per Vittoria. La Commissione interdipartimentale della Presidenza della Regione Siciliana ha valutato positivamente la strategia di sviluppo urbano dei due comuni limitrofi. L’esito della valutazione è stato accolto con grande soddisfazione dai sindaci di Gela e Vittoria, Domenico Messinese e Giovanni Moscato, che hanno annunciato un incontro pubblico per illustrare la strategia di sviluppo urbano sostenibile, alla presenza delle istituzioni, delle organizzazioni datoriali, dei sindacati, delle associazioni e degli altri portatori d’interesse che hanno preso parte ai precedenti tavoli intercomunali. Nell’ambito dell’attuazione del Programma Operativo Regionale 2014/2020, i Comuni di Gela e Vittoria godono di una riserva finanziaria di circa 37 milioni di euro, spalmata su specifici obiettivi tematici: agenda digitale, energia sostenibile e qualità della vita, cambiamento climatico, prevenzione e gestione dei rischi, ed infine inclusione sociale.   A palazzo Iacono sottolineano che la sinegia con Gela “ si è rivelata vincente”. ”Con 17 milioni di euro il Comuneha commentato il sindaco Giovanni Moscato– riuscirà a migliorare a migliorare il volto della città, ad ammodernare i sistemi informatici, a creare spazi verdi comuni e una vera mobilità sostenibile, e ad agire con importanti progetti per l’inclusione sociale. Adesso sarà nostro compito redigere i vari progetti e sono certo che entro la fine del mio mandato raccoglieremo i frutti di questo intenso sforzo di programmazione”.

 

VITTORIA: Agenda Urbana, 17 milioni per lo sviluppo urbano sostenibile

Leggi tutto
eni_versalis

Altre ‘nuove’ dal vertice al MiSE sul Petrolchimico

Per ENI, “il programma di rilancio delle attivita’ industriali di Gela, prosegue nel rispetto degli impegni assunti e in linea con gli obiettivi del protocollo“. Per il sindaco di Gela, Domenico Messinese, “Palazzo Chigi deve riconoscere ufficialmente il nuovo ruolo euromediterraneo di Gela nell’industria green”. Dichiarazioni dopo il vertice al ministero dello Sviluppo Economico con sindacati, Regione, comune di Gela per verificare il protocollo di intesa siglato il 6 novembre 2014. La Green Refinery, avviata ad aprile, procede e, relativamente allo sviluppo dei giacimenti a gas di Argo e Cassiopea nel Canale di Sicilia, dopo la sentenza del Consiglio di Stato del 31 agosto scorso, che ha respinto il ricorso di alcune associazioni ambientaliste e di quattro comuni siciliani, ENI ha confermato la volonta’ di portare avanti il progetto. Industria, dunque, fiduciosa sul mantenimento di quanto previsto nel Protocollo. A conferma di ciò, la lettera di intenti, sottoscritta sette giorni fa, per uno studio congiunto tra MiSE, Regione, amministrazione comunale ed ENI per realizzare una base logistica di Gas Naturale Liquefatto a Gela. Il nodo legato agli ‘interventi di compensazione’, sembra sciolto: i lavori all’ex Casa Albergo di Macchitella, cominceranno a breve, per iniziative di co-working tra imprese e si valuta come impiegare 5 milioni e 880.000 euro, per il Porto Rifugio e per il rilancio della portualita’ gelese. ENI in meno di un anno, ha investito circa 350 milioni di euro mentre, per il 2016, si possono superare i 1.200 posti di lavoro stimati nel protocollo, con un picco di 1.400 unita’. Tutto bene, dunque, ma Messinese non molla la presa sul governo centrale: “Il premier Renzi – ha detto – chiarisca la posizione del Governo”. Il vice ministro, Teresa Bellanova, ha aperto ad un intervento diretto del premier. Messinese, sugli impegni ENI, ha gradito le soluzioni che puntano a buone ricadute sul versante dell’occupazione e della sostenibilità sociale, economica ed ambientale ed ha chiesto una relazione tecnica su investimenti e nuovi posti per il diretto e l’indotto

Leggi tutto
TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica