BALLO 800

Le atmosfere del Gran Ballo dell’800 al Garibaldi di Modica

MODICA (di Elisa Montagno) – Il Teatro Garibaldi di Modica fa rivivere le magiche atmosfere ottocentesche in una serata dall’ennesimo tutto esaurito. Un pubblico divertito, emozionato e piacevolmente coinvolto in prima persona dal maestro Nino Graziano Luca, presidente della Compagnia Nazionale di Danza Storica, ha seguito lo spettacolo “Il Gran Ballo dell’’800” abbandonandosi alle affascinante arie delle corti antiche. Quaranta gli artisti che hanno danzato sul palco del teatro modicano per l’occasione trasformato nel salone delle danze dei palazzi nobiliari di un tempo e animato dall’eccezionale bravura del soprano Manuela Cucuccio, accompagnata al piano da Anna Maria Calì. L’energia del maestro Graziano Luca e dei suoi ballerini è riuscita anche a coinvolgere alcune persone del pubblico che si sono lasciate simpaticamente trascinare in allegre danze. “Siamo stati felicissimi di essere ospitati nella stagione musicale del Teatro Garibaldi di Modica, ricca di titoli e artisti di assoluto livello nazionale – ha commentato il maestro – L’entusiasmo del pubblico modicano è stato per me una grande gioia e la conferma dell’enorme crescita che la Compagnia Nazionale di Danza Storica ha avuto in questi anni, riscuotendo un “tutto esaurito” in tantissimi paesi stranieri, dalla Russia alla Malesia, dall’Austria all’Ungheria, dalla Francia a Malta, dal Palazzo Brancaccio di Roma alla Reggia di Caserta fino adesso all’affascinante Modica. Ringrazio di cuore il direttore artistico Giovanni Cultrera e il sovrintendente Tonino Cannata per la grande opportunità”.
La serata ha visto anche una speciale sorpresa iniziale con la passeggiata del corpo di ballo per le vie del centro storico di Modica e l’inattesa irruzione all’Auditorium Florida dove si trovava il presidente della Rai Marcello Foa in questi giorni in città anche per ricevere un premio, insieme al sindaco Ignazio Abbate, al prefetto Filippina Cocuzza e alle altre autorità.
Grande soddisfazione per una serata memorabile da parte del sovrintendente della Fondazione Tonino Cannata e del direttore artistico Giovanni Cultrera. Proprio quest’ultimo dichiara: “E’ stato uno spettacolo che ha conquistato gli spettatori sin dalla Promenade d’ingresso per via dell’eleganza dei danzatori, perfetti nel portamento e bellissimi nei costumi ispirati ai quadri dei più celebri pittori della tradizione europea del XIX secolo. Strutturato in un alternarsi di momenti romantici ad altri dalla grande vivacità, ha tenuto desta l’attenzione degli spettatori per tutta la durata della messinscena grazie alla strabiliante capacità di Nino Graziano Luca che dello spettacolo non è sono l’ideatore, il demiurgo concertatore, in quanto balla, recita, racconta aneddoti e coinvolge il pubblico costantemente. I suoi trent’anni di ricerca, promozione, condivisione e allestimento di spettacoli in questo campo lo hanno reso giustamente uno dei principali protagonisti mondiali della danza storica e il pubblico di Modica gli ha costantemente dimostrato affetto e stima. Meritano di essere menzionati – conclude Cultrera – anche i primi ballerini della Compagnia Nazionale di Danza Storica. Debora Bianco e Daniel La Penna, entrambi diplomati al Teatro Alla Scala di Milano, spiccano per leggerezza e tecnica sopraffina; Michela Sorrentino, nipote da parte di mamma del produttore del film Il Gattopardo Goffredo Lombardo, tecnicamente perfetta colpisce per la bellezza e l’eleganza. Straordinarie anche il Soprano Manuela Cucuccio e la pianista Anna Maria Cali. Hanno contribuito alla forza corale dello spettacolo i circa 40 “nobili” danzanti in più momenti con grande precisione allegria. “Gran Ballo dell’800” della Compagnia Nazionale di Danza Storica è stato insomma un vero piacere per gli occhi e per il cuore”.
La stagione del Teatro Garibaldi prosegue sabato 18 maggio, alle ore 21.00, con “Novecento”, il monologo teatrale scritto da Alessandro Baricco e a Modica interpretato e diretto da Giovanni Spadola. Si tratta di un nuovo allestimento frutto della condivisione di allievi e docenti del Liceo Musicale e Coreutico dell’Istituto d’Istruzione Superiore G. Verga di Modica, riuniti in una big band per una corale performance teatrale e musicale, con il coordinamento artistico di Giuseppe Scucces.
Leggi tutto
Libro

Modica, fitto programma de “Il Maggio dei Libri 2019”

MODICA (di Elisa Montagno) – Il Comune di Modica (Assessorato alla Cultura – Biblioteca Comunale) anche quest’anno ha organizzato “Il Maggio dei Libri 2019”, aderendo alla manifestazione nazionale con un programma di eventi che ha avuto già inizio venerdì 3 maggio con la presentazione del libro “Femmina” di Nausica Zocco.
Gli appuntamenti futuri si svolgeranno nella Sala “E. Grana Scolari” della Biblioteca Quasimodo dalle 18,00 alle 20,00.
Questo il calendario della manifestazione: mercoledì 22 Maggio 2019 “Un giorno all’asilo” di Rosa Cerruto; venerdì 24 Maggio 2019 “Ibleide : sguardi e memorie” di Grazia Dormiente; mercoledì 29 Maggio 2019 “Inaugurazione della Libreria Digitale” progetto a cura del Prof. Giuseppe Barone; venerdì 31 Maggio 2019 “Lireta non cede : diario di una ragazza albanese” di Lireta Katiaj.
“Modica aderisce con grande consapevolezza di visione all’ evento “ Il Maggio dei Libri”, afferma Maria Monisteri, assessore alla Cultura.
La necessità di ampliare la platea dei lettori e di puntare su nuove sensibilità è una nostra missione che ha come area d’intervento l’attività della Biblioteca comunale.
Da un recente rapporto di «Save the children» risulta che il 72,6 per cento (tre su quattro all’ incirca) dei giovani siciliani tra i 6 e i 17 anni non legge libri.
Legge meno di una persona su tre nelle regioni del Sud (28,3%), quasi una su due in quelle del Nord-est (49,0%). Per fortuna continua a crescere il mercato digitale: circa ventisette mila titoli (oltre il 38% dei libri pubblicati nel 2017) sono disponibili anche in formato e-book.
Ed è su questo versante che la Biblioteca comunale “S. Quasimodo” sta puntando aprendo le porte sui testi più antichi consultabili anche on line, oltre ovviamente ad una serie di iniziative che sono state intraprese con le scuole della città avviando una campagna di rilancio culturale grazie alla lettura.”
Il programma è già inserito nel sito nazionale de “Il Maggio dei Libri” tra i 235 eventi programmati in Sicilia.
“La manifestazione nazionale “ Il Maggio dei Libri”, afferma il direttore scientifico della Biblioteca comunale “S.Quasimodo” prof. Giuseppe Barone, vede anche la nostra Biblioteca protagonista, con alcune iniziative che privilegiano il rapporto con la “rete” delle Scuole e con la produzione culturale del territorio. In particolare, intendiamo dare impulso all’innovazione tecnologica con l’inaugurazione della nuova sezione della “Libreria Digitale” dedicata ai libri antichi o rari che saranno consultabili on line sul sito web della Biblioteca”
Leggi tutto
Modica_palazzo san domenico

Marcello Foa, presidente RAI: “Impressionato da Modica”

MODICA (di Elisa Montagno) – “Le città sono le persone. Si può essere la città più bella del mondo ma se abitata da persone che non hanno spirito, sono impaurite o non aperte, quella città non trasmette nulla di positivo.

Voi siete riusciti a trasmettere nel corso degli anni, adattandola al mondo moderno, quel che doveva essere lo spirito di questa terra passato da generazione in generazione.

E’ una forma di ricchezza straordinaria il fatto che avete mantenuto una qualità della tradizione artigianale che probabilmente sarebbe stata persa se come dite voi avreste avuto una sistema di comunicazione moderno ed efficiente. Vi siete conservati.

Girando il mondo da inviato vedevo nelle grandi città le stesse cose ovvero gli stessi tipi di ristoranti, gli stessi negozi l’artigianato locale era sparito, i giovani si vestivano alla stessa maniera. Sembrava di vivere nella stessa città, sempre. Un mondo troppo simile.

A Modica, invece, siete riusciti ad essere al passo con i tempi ovvero una realtà moderna con un centro economico importante della Sicilia, mantenendo intatte le vostre peculiarità. E questo è il segreto della felicità di una comunità, il segreto della sua forza. Le mie impressioni su Modica sono quindi estremamente positive.”

Questa è la riflessione del presidente della RAI, Marcello Foà, nell’incontro istituzionale avuto stamani nella sala consiliare di palazzo San Domenico accolto dal sindaco, Ignazio Abbate, dal presidente del consiglio comunale, Carmela Minioto.

L’incontro con il civico consesso è stato preceduto da una visita del presidente della RAI nella stanza del sindaco alla presenza del vice sindaco, Saro Viola, dagli assessori Maria Monisteri e Giorgio Linguanti, presente il direttore del CTCM, Nino Scivoletto che stasera consegnerà a Marcello Foa il premio, giunto alla XI edizione, “Maria Scivoletto”.

“ Noto una RAI molto vicina al nostro territorio, commenta il presidente del consiglio comunale, Carmela Minioto, basta seguire la serie televisiva del Commissario Montalbano per rendersene conto e che la TV di Stato veicola in tutto il mondo unitamente alla nostra città.

Così come sta accadendo con il cioccolato di Modica che grazie alle reti RAI è molto conosciuto ed apprezzato, grazie al lavoro svolto dalla TV di Stato.”

Il sindaco, Ignazio Abbate ha espresso la sua soddisfazione per l’occasione che il presidente Marcello Foa offre alla città, cioè quella di poter dialogare con chi la RAI rappresenta atteso il ruolo sociale che la TV di Stato assolve quotidianamente.

“La RAI, commenta il sindaco, riesce a stare al passo con i tempi e con i giovani accompagnando il Paese nella sua crescita sociale e morale. Compito precipuo per una TV pubblica è quella di far conoscere i territori e le loro vocazioni. Un’operazione che riesce a fare con i TGR regionali.

Il salto di qualità avviene anche attraverso una comunicazione altamente professionale e la RAI detiene tutti i numeri per farlo.”

Alla fine dell’incontro il sindaco, Abbate, ha donato al presidente Foa una pubblicazione dell’urbanista prof. Giuseppe Trombino sul centro storico di Modica.

Leggi tutto
foto gruppo corrado empoli

Modica, il Sindaco riceve il nuovo Dirigente del Commissariato Corrado Empoli

MODICA (di Elisa Montagno) – Primo incontro tra il Sindaco di Modica, Ignazio Abbate, ed il nuovo Dirigente del Commissariato di PS, Corrado Empoli. Proveniente dalla Questura di Bologna, con un ottimo curriculum alle spalle (Dirigente della Squadra Mobile ad Agrigento e a Parma, vicequestore a Bologna), Empoli ha preso il posto di Nicodemo Liotti che la scorsa settimana aveva salutato il Primo Cittadino modicano al termine di un periodo di proficua collaborazione istituzionale. Il nuovo Dirigente, arrivato a Palazzo S.Domenico in compagnia del Questore, Salvatore La Rosa, è stato accolto oltre che dal Sindaco, dagli assessori Linguanti, Viola, Monisteri, dal Presidente del Consiglio Minioto e dai vertici del corpo di Polizia Locale, rappresentati dal Comandante Cannizzaro e dal suo vice Ruta. Il Sindaco ha presentato al dott. Empoli le peculiarità della Città di Modica e del suo vasto territorio rappresentandogli anche alcune criticità in merito alla sicurezza che si sono verificate recentemente. “Voglio fare i migliori auguri – commenta il Sindaco – al Dott. Empoli per la sua nuova esperienza lavorativa a Modica. Sono sicuro che la nostra comunità saprà accoglierlo nel migliore dei modi come ha già fatto in passato con i suoi predecessori. Ho apprezzato molto la sua scelta di venire ad abitare con la sua famiglia a Modica per meglio vivere la Città. Abbiamo conosciuto una persona molto intelligente e preparata che saprà gestire al meglio il delicato compito che gli è stato affidato. Dal canto mio posso garantire la piena collaborazione istituzionale per garantire sempre la sicurezza dei nostri concittadini”.
Leggi tutto
240px-Castello_Modica

Il presidente della RAI Marcello Foa a Modica per il premio “Maria Scivoletto”

MODICA (di Elisa Montagno) – La Città di Modica ospiterà per due giorni il presidente della RAI, Marcello Foa.
Venerdì 10 e sabato 11 maggio prossimi sarà a Modica, accompagnato dalla gentile consorte, in occasione del premio “Maria Scivoletto”, istituito dal Consorzio del cioccolato artigianale di Modica, assegnato nell’edizione 2018 di Choco Modica ma che sarà consegnato sabato 11 maggio nel corso di un’apposita cerimonia di conferimento che si terrà alle 19.00 nell’Auditorium “Pietro Floridia”, alla presenza delle istituzioni, delle autorità locali e della stampa.
Il presidente della RAI, prof. Marcello Foa avrà modo di visitare i musei, i monumenti, fare un tour panoramico della città e degustare il Cioccolato di Modica IGP assistendo alla sua lavorazione artigianale.
Il Comune, per l’occasione, ha inteso promuovere un incontro ufficiale con la Città, sabato 11 maggio alle ore 10.00, nell’aula consiliare “Paolo Garofalo” quando il presidente prof. Marcello Foa incontrerà il Sindaco, la Giunta Municipale e il consiglio comunale.
“E’ per noi motivo di grande orgoglio ospitare nella nostra città – dichiara il sindaco Ignazio Abbate – il presidente della Rai, prof. Marcello Foa.
Lo è per quanto egli rappresenta non solo come autorevole giornalista di lungo corso ma nella delicata e nel contempo prestigiosa carica che egli impersona.
La RAI continua ad essere una delle più grandi risorse culturali del Paese avendone raccontato la storia e nel contempo rendendo testimonianza degli snodi epocali che l’hanno caratterizzata alimentando, da sempre, quella crescita civile e sociale per la quale tutti noi continuiamo ad impegnarci, ognuno con il proprio ruolo, ogni giorno”.
Leggi tutto
conferenza miss contea

Modica, presentata la 2^ edizione di “Miss Contea”

MODICA (di Elisa Montagno) – Presentata la seconda edizione di “Miss Contea” che quest’estate, spera di bissare il grande successo precedente. “Le novità – spiega Daria Rizzone, ideatrice della kermesse – sono la nuova categoria di Mister Contea e l’apertura delle iscrizioni senza limiti di età, mentre l’anno scorso sono state premiate solo le categorie under 30 e over 40”. In base alle iscrizioni, già aperte sulla pagina facebook, si procederà poi alle varie fasi di preselezione fino a giungere alla serata finale che si terrà sempre in Piazza Matteotti, il 18 agosto 2019, alle 21. Il fondatore della Found!, agenzia di comunicazione di Milano, Saro Trovato, partner dell’evento, precisa che quest’anno Miss Contea sposa anche un tema sociale molto delicato e sentito in quest’ultimo periodo, il femminicidio, e che le sfilate saranno accompagnate da un simbolo per dire “NO” alla violenza sulle donne. La parte organizzativa sarà, come sempre, curata da Serena Belluardo che si muoverà in questi mesi per cercare la collaborazione di quanti, sul territorio, vorranno utilizzare il palco di Miss Contea per sponsorizzare e far conoscere il suo prodotto.
Leggi tutto
crisci ranni

Piazza Matteotti gremita per il rito di ‘Crisci ranni’

MODICA (di Elisa Montagno) – «Se abbiamo un cuore grande renderemo grande anche la nostra città. Che è già grande e bella, ma ha sempre bisogno di essere ampliata dalle nostre relazioni di amicizia e accoglienza reciproca». È stato don Rosario Gisana, vescovo di Piazza Armerina, ma originario di Modica, a presiedere l’antico rito di Crisci ranni che si è rinnovato ieri, alle 18 in punto, in piazza Matteotti, al suono delle campane di Modica bassa e, da quest’anno, anche di Modica alta, perché è un momento che coinvolge l’intera città. Ai tantissimi bambini che gremivano la piazza, don Rosario ha parlato dei sogni, che è il tema scelto quest’anno per Crisci ranni. «Nei momenti bui, il Signore ci dona dei sogni che colorano la nostra vita. A voi bambini dico, facciamo sognare anche i nostri genitori: la loro vita sarà più bella e ricca di tanto amore». E un altro invito a tutti, ad avere la «capacità di non giudicare nessuno. Tutto parte dal cuore: se ho un cuore grande allora verranno fuori tante cose belle; se uno ha un cuore grande, il flusso dell’amore è come un grande fiume che riesce a rendere fertile tutto».
Il sindaco, Ignazio Abbate, ha ringraziato il cantiere educativo Crisci ranni, che anima questo momento, e con esso tutte le attività della Caritas. Ha ribadito l’importanza di vivere quei «principi di civiltà e accoglienza che oggi vengono messi in dubbio, sforzandoci di sostenerli».
Il direttore della Caritas diocesana, Maurilio Assenza, ha ripreso questo aspetto, quello cioè di «rendere domestica la città. Un impegno che prendiamo in piazza Matteotti, partendo quindi da una storia di resistenza, con l’attenzione ai valori dalla famiglia, dell’accoglienza». Il pensiero è andato ai migranti che vengono respinti, e poi un «applauso a Papa Francesco che ci ricorda che l’accoglienza è umana. Chi è fuori dall’accoglienza non può entrare in chiesa». Un ricordo anche agli amici de L’Aquila, con cui c’è un lungo legame profondo. «Gli amici aquilani – ha detto Assenza – ci ricordano che la vera ricostruzione parte dal ‘noi’. Se ognuno mette il cemento della fiducia, della concordia, non escludendo mai nessuno, allora si ricostruisce. Da questa piazza dedicata a un martire, diciamo: mai razzismo, mai fascismo, ma sempre solidarietà, nessuno escluso, perché il cuore non lo permette».
Prima del suono delle campane, Cristian Modica ha letto alcuni dei sogni che i ragazzi delle scuole hanno scritto in palline da ping-pong: salvare la natura, trovare la felicità sempre, andare al conservatorio, fare qualcosa per cambiare il mondo, essere felice, imparare a sognare, potere avere persone importanti nel nostro cammino, sentirmi realizzato, avere una famiglia unita, ricevere affetto… amare veramente. Bellissimi pensieri che i ragazzi hanno espresso nel corso del cammino di preparazione al rito.
E sul palco, la compagnia ‘Piccolo palcoscenico’, ha concluso la favola ‘Il custode dei sogni’, che ha accompagnato i bambini in questa bella avventura verso Crisci ranni. Alle 18 in punto, al suono delle campane, è esplosa la gioia della festa, con i genitori che hanno alzato al cielo i loro figli, in segno di benedizione e di impegno a prendere sul serio il futuro delle nuove generazioni.
Leggi tutto
Cannizzaro liotti abbate

Modica, il saluto del Sindaco al Vice Questore Liotti

MODICA (di Elisa Montagno) – Si è congedato, ufficialmente, da Modica e da tutto il suo territorio, il Vice Questore Aggiunto Nicodemo Liotti. L’oramai ex dirigente del Commissariato di Modica lascia l’incarico dopo 2 anni e mezzo, durante i quali, i modicani hanno potuto apprezzare le sue qualità professionali ed umane. Ad attenderlo a Palazzo S.Domenico il Sindaco Ignazio Abbate ed il Comandante della Polizia Locale, Rosario Cannizzaro. “Voglio ringraziare a nome di tutta la comunità – dichiara il Sindaco Abbate – il Vice Questore aggiunto per la preziosissima opera svolta durante la sua permanenza in Città. Insieme a lui abbiamo perfezionato i complessi dispositivi di safety e security grazie ai quali è stato possibile organizzare tantissime manifestazioni pubbliche in totale sicurezza e senza nessun incidente. Porgo a lui i migliori auguri per una luminosa prosecuzione di carriera, che lo porterà a raggiungere tutti i traguardi prestigiosi che merita”.
Leggi tutto
pallavolo1

Pallavolo: annata strepitosa per la PVT che chiude a Cerignola

 

MODICA  (Di  Giulia  Di Martino)-Si chiuderà sul campo del Cerignola la strepitosa stagione della Pro Volley Team Modica, che dopo aver salutato con un successo i propri tifosi nel match di sabato scorso, saluteranno il primo anno di serie B1 femminile sul campo del Cannone Libera. Un anno da incorniciare. La trasferta in Puglia non sarà una sorta di passerella per Ferro e compagne. Le biancorosse, infatti, proveranno a chiudere nel migliore dei modi il campionato, dove il sestetto allenato da Corrado Scavino ha centrato in largo anticipo la salvezza, obiettivo principale della stagione.

Leggi tutto
Abbate, Buscema,Scivoletto

Il Presidente della Corte dei Conti in visita al Museo del Cioccolato

MODICA (di Elisa Montagno) – Il Presidente della Corte dei Conti, Angelo Buscema, in compagnia della consorte, giorno 30 aprile in visita privata al Museo del cioccolato di Modica, accolto dal Direttore Generale del Consorzio Nino Scivoletto e dal Sindaco di Modica Ignazio Abbate.
Il Presidente Buscema ha così voluto ringraziare Comune e Consorzio per la serata straordinaria, svoltasi lo scorso 30 marzo, nella splendida cornice del Circolo dei Magistrati della Corte dei Conti a Roma, organizzata con lo scopo di presentare e fare conoscere il primo cioccolato europeo a marchio IGP.
Una serata, quella romana, aperta dal Presidente Angelo Buscema che ha ringraziato Modica e il suo cioccolato per avere accettato l’invito a raccontare l’esperienza modicana e le emozioni che suscita l’affascinante storia del cioccolato di Modica e la sua originale produzione a bassa temperatura.
Gli ha fatto eco il Presidente del Circolo, nonché Procuratore Regionale della Corte dei conti della Valle d’Aosta, Massimiliano Atelli che ha dato il benvenuto agli ospiti ringraziandoli per la disponibilità a raccontare prodotto e territorio di Modica ai soci del circolo intervenuti occupando la capienza massima dei 180 posti del Salone di rappresentanza. Subito dopo Giorgio Solarino, Cerimoniere del consorzio ha introdotto gli altri componenti la delegazione modicana: il cioccolatiere Daniele Giurdanella di Nacrè e il giovane pianista Andrea Cannata, allievo della quinta classe del Liceo Musicale “Verga” di Modica, che ha eseguito il brano “Terza ballata opera 47 di Chopin”; dopo l’esecuzione apprezzatissima la parola è passata ai relatori della serata: Ignazio Abbate e Nino Scivoletto.
Sulle note del giovane pianista Cannata è quindi iniziata una cena con un menù rigorosamente siciliano, aperto da Bollicine di Sicilia Strabuss di Rudini e Gran Tagliere di Salumi e Formaggi, impreziosito da composte di ciliegino e cipolla di Giarratana, omaggiato da Bottega Sicula.
il Sindaco Abbate e il Direttore Scivoletto, dopo la cena conclusa da Andrea Cannata con la mirabile esecuzione della “Rapsodia in blue” di George Gershwin, hanno consegnato dei doni agli ospiti: al Presidente Buscema: lo spillino d’oro riproducente la barretta di cioccolato di Modica, prodotta in occasione del riconoscimento IGP e realizzata dalla giovane orafa Francesca Calabrese e il prezioso volume curato dal Prof. Giuseppe Trombino: Modica – Contributi per il recupero e la riqualificazione del centro Storico; al Presidente Atelli una copia del libro di Grazia Dormiente, Modica. La storia del suo cioccolato.
La seconda parte della serata è stata dedicata al Cioccolato di Modica preparato in diretta, sotto gli occhi stupiti degli ospiti, dal cioccolatiere Daniele Giurdanella che ha per l’occasione utilizzato pasta amara Callebaut e zucchero integrale di barbabietola “Nostrano” di Italia Zuccheri.
Giorgio Solarino ha quindi dato il via alla degustazione del cioccolato di Modica in abbinamento con il Moscato di Noto di Rudinì. Al pistacchio, al peperoncino, alla cannella, al finocchietto selvatico ed anche senza aromi al 70% con pasta monorigine Ecuador, il cioccolato di Modica è stato un successo; apprezzato dagli ospiti che hanno molto gradito il prodotto offerto per l’occasione dalle aziende Di Lorenzo e Nacrè.
Una serata indimenticabile organizzata in modo perfetto da Vittorio e Rossella della Tuttigusti Catering srl, con la preziosa collaborazione dello Chef Daniele Perfetto e del Maitre Antonio Raspa.
A fine evento tutti gli ospiti hanno ricevuto in dono una barretta di cioccolato di Modica con incarto dedicato alla Corte dei Conti, opera del grafico Enzo Bosco di Eliotecnica ) che, posta nella collezione degli incarti esposti al Museo del cioccolato di Modica, è stata in occasione della sua visita, autografata dal Presidente Angelo Buscema.
Leggi tutto
TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica