asalto via moro

Modica, nuovo asfalto in via Aldo Moro

MODICA (di Elisa Montagno) – Sono in corso di svolgimento i lavori per la sistemazione del manto stradale di Via Aldo Moro a Modica Sorda. Il fondo strada presentava diversi avvallamenti ed irregolarità dovuti alle radici dei pini che sono stati rimossi la scorsa settimana. Proprio la presenza degli alberi aveva reso necessari questi interventi nonostante gli ultimi lavori siano relativamente recenti. “Questo è uno dei motivi per cui abbiamo optato per la sostituzione degli alberi – dichiara il Sindaco – che hanno causato ovunque disagi e pericoli. Purtroppo quando si scelse questa tipologia di alberi si sottovalutò il problema del loro impatto sull’arredo stradale. E così oggi ci troviamo a dover rimediare a questi danni provvedendo alla loro sostituzione con altri dal ridotto impatto. Ci dispiace che qualcuno abbia sfruttato anche questa occasione per attaccare l’Amministrazione e farsi la solita pubblicità citando il nome del sottoscritto, ma per fortuna i cittadini hanno capito che era un intervento da fare senza attendere oltre. A settembre altri alberi verranno piantumati al posto di quelli tagliati”.
Leggi tutto
cioccolato_di_modica_barretta

Il cioccolato di Modica verso l’IGP

MODICA (di Elisa Montagno) – Il Cioccolato di Modica sarà IGP. L’ennesima conferma, l’ultima che si aspettava, è arrivata direttamente da Bruxelles dove si attendeva la fatidica data del 7 agosto. Martedì scadevano infatti i 3 mesi che per legge dovevano trascorrere per presentare eventuali obiezioni da parte di altri Stati membri della UE sulla decisione presa dalla Commissione. L’istruttoria per raggiungere questo prestigiosissimo obiettivo era cominciata già nel maggio del 2017. La mancata presentazione di opposizioni si traduce nella chiusura del percorso per l’ottenimento del marchio IGP. L’ultimo passaggio (formale) sarà la pubblicazione del regolamento contenente il disciplinare di produzione tradotto in tutte le lingue dei Paesi membri entro 30 giorni. “Un passaggio puramente formale – commenta il Sindaco Abbate – visto che ormai possiamo considerare compiuto il processo di ottenimento del prestigioso marchio. Il nostro è il primo cioccolato al Mondo a raggiungere l’IGP, frutto di impegno e programmazione da parte del Comune e del CTCM. Il marchio che vedremo a breve sulle nostre barrette vuol dire tanto. Significa essere riusciti a proteggere un nostro bene unico che tutto il Mondo ci invidia. E con esso l’intera filiera ed i lavoratori che vi operano. Voglio complimentarmi con tutti i soggetti che a vario titolo hanno lottato in questi anni per tagliare il traguardo, in primis il Consorzio di Tutela del Cioccolato e tutte le imprese cioccolatiere. La prossima edizione di ChocoModica sarà la prima nella storia a celebrare il prodotto IGP”.
Leggi tutto
libreria ammatuna

A Modica la libreria dell’avvocato Ammatuna è ora aperta al pubblico

MODICA (di Elisa Montagno) – L’immenso patrimonio librario del compianto avvocato Carmelo Ammatuna sarà adesso a disposizione dell’intera comunità presso Palazzo della Cultura a Modica. Grazie alla scelta di donarla al Comune di Modica da parte dei figli Giuseppe, Flavia, Maria e Donata, sono stati accolti arredi e volumi che raccolgono la storia della giurisprudenza italiana dal 1840 ai giorni nostri. Oltre a quelli collezionati in prima persona dal decano degli avvocati modicani, sono presenti pregiati volumi che sono appartenuti agli avvocati Schettini e all’avvocato Rizzone Viola. La sala “Carmelo Ammatuna” sarà aperta negli stessi orari del PalaCultura, vi si potranno consultare i volumi in loco in attesa che venga approvato il regolamento che consentirà di portarli a casa. “Voglio ringraziare a nome di tutta la Città la famiglia Ammatuna per il loro gesto. Sono sicuro che moltissimi avvocati potranno beneficiare di questo patrimonio non comune. Credo che questo sia il modo migliore per onorare la memoria del compianto Avvocato Ammatuna”.
Leggi tutto
240px-Castello_Modica

A Modica torna la nuova edizione di Passi di Cultura

MODICA (di Elisa Montagno) – Nell’ambito dell’estate Modicana 2018, ed inserita nel cartellone degli eventi del Comune di Modica, la Cooperativa S.Antonio Abate, in collaborazione con la Compagnia Del Piccolo Teatro di Modica organizza la 10^ edizione di Passi di Cultura che consistono in passeggiate tra vicoli e viuzze con recital itineranti e degustazioni.
Tale iniziativa nasce dalla volontà di offrire ai Modicani e ai numerosi turisti, la possibilità di trascorrere delle serate all’insegna dell’allegria, ed alla scoperta di luoghi magari poco conosciuti o frequentati e di piccoli aneddoti del passato.
La manifestazione prevede in cartellone 5 appuntamenti; Sabato 28 Luglio ore 21,00 con partenza dal Duomo di S.Pietro dove saranno visitate zone suggestive, la facciata della chiesa del Soccorso, la via Garibaldi, scalinata di fronte Teatro Garibaldi, per chiudere dentro al Teatro Garibaldi.
In questa serata la Compagnia porterà in scena frammenti dello spettacolo “Amuri amuri”.
e le novità di quest’anno saranno gli interventi musicali a cura dei Muorika Mia.
Poi Lunedì 13 Agosto ore 21,00 partenza dal Duomo di S.Pietro e visita facciata della chiesa del Soccorso, Limite delle due Matrici e scalinata inferiore S.Giorgio con spiegazioni letterari e le novità di quest’anno saranno gli interventi musicali, per tutta la serata, dal titolo “Liriche in canto” a cura dei MUORIKA MIA..
Altra data sarà Giovedì 16 Agosto con partenza dal Duomo di S.Pietro dove si proseguirà fino ad arrivare nella veranda panoramica di via Exsaudinos, passando per il quartiere Cartellone, la salita dei Barbieri e la chiesa del SS.Salvatore.
Quindi Sabato 18 Agosto sempre alle ore 21,00 con partenza dal Duomo di S.Pietro, in questa giornata si apprezzerà un percorso un po’ piu’ rilassante e si proseguirà a passo lento per favorire anche le persone anziane, in quanto sarà un percorso interamente pianeggiante e si svolgerà a Modica Bassa, dove, visiteremo il Carmine, S.Paolo, S.Pietro, la piazzeta Grimaldi e si chiuderà al Teatro Garibaldi. In questa serata la Compagnia del Piccolo Teatro porterà, in maniera itinerante, il meraviglioso Musical “Forza Venite Gente”.
Si chiuderà il cartellone Sabato 01 Settembre sempre alle ore 21,00 partendo da S.Pietro e toccando altri punti strategici come il Corso Garibaldi con dei cortili di antichi palazzi, Portale Pirrera, scalinata S.Giorgio ed il Castello dei Conti con la possibilità di ammirare Modica a volo di uccello dalla terrazza principale.
La particolarità delle serate è che ci sarà un itinerario diverso da ognuno in modo tale di dare la possibilità di ammirare più punti della bellissima MODICA e perché no, poter partecipare a tutte le date in programma.
Leggi tutto
CIOCCOLATO

Il cioccolato di Modica verso l’Igp

MODICA (di Elisa Montagno)- Nella sede del Consorzio di Tutela del cioccolato di Modica si è svolto il primo incontro con l’organismo di controllo in previsione della conclusione dell’iter di registrazione del marchio di tutela che dovrebbe, in assenza di opposizioni, concludersi il prossimo 8 agosto e cioè tre mesi dopo la pubblicazione della richiesta nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea C 159/32.
A tale proposito è inoltre utile precisare che, trascorso tale termine, la Commissione Europea pubblicherà il Regolamento di riconoscimento, mediamente nei 30 giorni successivi, che entrerà in vigore dopo 20 giorni dalla pubblicazione.
Ove pertanto non dovessero essere presentati dei ricorsi, verosimilmente il cioccolato di Modica diventerà IGP intorno al 30 settembre. Dalla data di esecutività della registrazione decorreranno gli adempimenti formali più importanti per le imprese.
Il Regolamento (UE) n. 1151/2012, relativo alla protezione delle indicazioni geografiche e delle denominazioni di origine, richiede che i prodotti agroalimentari che beneficiano di una DOP o di una IGP siano ottenuti in conformità al relativo disciplinare e che la verifica del rispetto dei requisiti disciplinati sia effettuata da autorità competenti e/o da organismi di controllo, conformi all’art. 36 e 37 del Reg. (UE) 1151/12, autorizzati dagli Stati Membri, in Italia dal MIPAAF.
Nel caso del Cioccolato di Modica il Consorzio, all’art. 7 del Disciplinare di Produzione, ha scelto il CSQA, quale organismo di controllo iscritto nell’elenco degli organismi di controllo per le DOP, IGP e STG autorizzati dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali ai sensi dell’art. 14 della legge 526/99 e pertanto dovrà definirà il documento “Piano dei controlli”, quale guida per lo svolgimento delle attività di controllo di conformità per il prodotto IGP “Cioccolato di Modica”.
Il piano di controllo conterrà tutti gli elementi che caratterizzano il prodotto e descriverà l’insieme delle condizioni e dei controlli ai quali la filiera produttiva ed il prodotto devono essere sottoposti affinché possa essere identificato con la denominazione IGP “Cioccolato di Modica”, ed in particolare:
– la delimitazione della zona geografica nel cui territorio devono essere ubicati gli operatori;
– la descrizione del prodotto e delle caratteristiche finali;
– la descrizione del metodo di ottenimento;
– i sistemi di identificazione e rintracciabilità del prodotto;
– le modalità di presentazione al momento dell’immissione del prodotto al consumo/commercio;
– le procedure di controllo applicabili.
L’insieme complessivo dei controlli è costituito: sia dalle attività direttamente a carico dei soggetti interessati lungo la filiera di produzione disciplinata (attività di autocontrollo); sia dai controlli di conformità svolti da CSQA, al fine di accertare la completa conformità dei processi e dei prodotti.
Prima dell’inizio delle operazioni di produzione e confezionamento del prodotto, CSQA predispone ed effettua il controllo presso i laboratori di produzione e confezionamento per verificarne la rispondenza con i dati dichiarati sui moduli di adesione al sistema dei controlli, le reali condizioni di idoneità degli impianti e delle attrezzature a rispettare le prescrizioni del disciplinare, e la conformità del processo di produzione alle prescrizioni del disciplinare.
Gli operatori che non risulteranno in possesso dei requisiti previsti dal disciplinare, non sono iscritti al sistema dei controlli e non possono pertanto produrre per la IGP “Cioccolato di Modica”.
Nel corso dell’incontro il dott. Luca Valdetara di CSQA, che era assistito da due Ispettori, ha acquisito tutti gli elementi e fornito tutte le indicazioni utili per un rapido avvio delle procedure a cominciare dalla redazione del “Piano dei controlli” la cui prima stesura sarà pronta entro il prossimo mese di agosto; ha confermato, altresì, la volontà di stabilire con Il Consorzio un proficuo rapporto di collaborazione nel superiore interesse di tutte le aziende che si assoggetteranno al regime IGP.
Il Sindaco Ignazio Abbate ha espresso il suo compiacimento al Presidente Peluso e al Direttore Scivoletto per avere avviato anticipatamente la interlocuzione con il CSQA attraverso la quale è stato possibile definire un preciso cronoprogramma degli adempimenti cui tutte le imprese dovranno attenersi per la produzione, si auspica a decorrere dal prossimo mese di ottobre, del cioccolato di Modica a marchio IGP.
Leggi tutto
file-12 (12)

“Mani di questa terra” si arricchisce di nuovi contenuti ed eventi collaterali

MODICA (di Elisa Montagno) – “Mani di questa terra” del fotografo e regista Giovanni Caccamo si arricchisce di nuovi contenuti ed eventi collaterali: la proiezione itinerante di un corto che racconta la mostra nelle principali piazze iblee e un concerto che allarga l’orizzonte ai temi sociali della fratellanza e della musica come linguaggio universale.
La mostra fotografica uscirà dalle stanze di Palazzo Grimaldi per dar vita a performance artistiche lungo il Corso Umberto e nelle piazze dei principali comuni della provincia. Facciate di chiese e palazzi storici, private d’improvviso della luce nella magia di una notte d’estate, diventeranno schermi di pietre su cui proiettare il racconto visivo delle mani di artigiani, scalpellini e capimastri che le hanno modellate. Obiettivo: stimolare, attraverso l’effetto straniante del buio e delle immagini proiettate sui prospetti degli edifici, una diffusa presa di coscienza dei valori artistici ed estetici insiti nel patrimonio architettonico e urbanistico delle nostre città. Il percorso concettuale suggerito dalle installazioni luminose consiste, come in un gioco di prestigio, prima nel sottrarre allo sguardo le chiese e i palazzi, suscitando meraviglia, interesse e curiosità; poi nel rivelarli in una prospettiva arricchita dalle immagini delle mani creatrici, che veicolano concetti quali la sapienza artigianale, il lavorio della materia, la patina dei secoli. L’esperimento artistico, realizzato con la regia di Giovanni Caccamo e Sava & Sava communication, toccherà Scicli, Ragusa Ibla, Modica, Noto e Marzamemi.
Domenica 22 luglio alle 20 a Palazzo Grimaldi i Nahoti Project (Franco Barresi, percussioni; Ermanno Figura, chitarra elettrica; Mercy Sunday, voce) si esibiranno in un concerto dal titolo “Mani che creano musica”. Una storia esemplare, la loro, nel segno dell’integrazione e della musica. La giovanissima solista Mercy Sunday è arrivata nel 2016 dalla Nigeria, per poter rincominciare qui una nuova vita. Grazie alle sue doti canore straordinarie, è stata notata subito dagli operatori del centro d’accoglienza. Decisivi per la sua carriera musicale sono stati gli incontri con il chitarrista e bluesman Ermanno Figura, in arte Herman Ezscò, e con Franco Barresi, batterista e percussionista che
suona i tamburi analogici ed elettronici con una sua invenzione chiamata “MANU”, una sorta di prolungamento delle dita che moltiplica il suono, rendendolo più unico che raro. È nato così il Nahoti Project, che unisce «tre angoli di pensiero musicale diversi ma perfettamente collegabili».
Nei loro testi parlano di guerre e disuguaglianze, tra denuncia e volontà di riscatto. Come nel primo album, “Life Dice”, dove la vita èuna partita a dadi con il destino.
Leggi tutto
Lions

Studenti stranieri presenti a Modica

MODICA (di Elisa Montagno) – Conoscere altre culture e favorire la comprensione fra i popoli è tra gli scopi del Lions Clubs International che unisce oltre 48.000 clubs diffusi in tutto il mondo. E a tal fine il Lions Club ed il Leo Club di Modica dal 7 al 14 luglio 2018 stanno ospitando dei giovani studenti tra i 16 ed i 20 anni provenienti da quattro nazioni: Alyse dall’Australia, Steven e dalla Bulgaria, Deniz dalla Turchia e Caterine dal Belgio. La delegazione dei quattro ragazzi è stata accolta a Palazzo San Domenico per un saluto di benvenuto dal sindaco di Modica Ignazio Abbate. E’ seguita una cerimonia in cui il presidente del Lions Club di Modica Luigi Giarratana e la presidente del Leo Club Modica Diletta Ciarcià hanno consegnato ad Alyse, Deniz, Caterine e Steven dei guidoncini del Lions di Modica ed una cartolina commemorativa dell’evento. Nel corso della permanenza a Modica i quattro ragazzi stranieri hanno seguito una dimostrazione della preparazione della cioccolata di Modica presso l’Antica Dolceria Bonajuto, accompagnati dal titolare Pierpaolo Ruta, e visitato il patrimonio monumentale della città anche con una dettagliata visita del Duomo di San Giorgio dove ha suscitato particolare interesse la meridiana del Bernini. La delegazione dei quattro ragazzi ospiti a Modica il 14 luglio si unirà ad altri sessanta ragazzi provenienti da ventidue nazioni per un giro della Sicilia che si concluderà il 21 luglio a Petrosino in provincia di Trapani.
Leggi tutto
grest modica

Iniziato il Grest a ‘Crisci Ranni’

MODICA (di Elisa Montagno) – Colori, musica, sorrisi. Parole che aiutano a crescere, abbracci che insegnano a vivere da fratelli. È iniziato, a Crisci ranni, il Grest che si concluderà il 31 luglio. Un centinaio di animatori, quasi 250 i bambini e ragazzi che partecipano ogni giorno alle attività. “Il sogno che guida l’estate a Crisci ranni – spiega Cristian Modica, uno degli animatori di Crisci ranni e coordinatore della rete di condivisione della Caritas diocesana – è rappresentato dalla speranza di crescere insieme nella gioia, nella spensieratezza, nella condivisione delle diversità di ciascuno”. In uno dei luoghi della città che rischiava di rimanere un simbolo di degrado, e che da alcuni anni, grazie a Crisci ranni è esempio di rigenerazione, con tutte le difficoltà che un lavoro come queste richiede, risuona un «canto» di speranza e di futuro. “Obiettivo primario – dice Cristian – è quello di elevare a patrimonio comune di tutti il sorriso dei bambini, gli abbracci con gli adulti, i colori che sprigionano la voglia di estate dopo un anno di fatiche scolastiche. I have a dream…#unacomunitàchecondivide è il tema di quest’anno che richiama il 50° anniversario della morte di Martin Luther King e anche il sogno della nostra vita. Sogno inteso come pensare in grande, realizzare la felicità di ciascuno, contribuire a rendere il mondo più bello e accogliente per tutti. #unacomunitàchecondivide richiama il sussidio pastorale che la diocesi di Noto ha voluto proporre a tutti gli operatori (presbiteri, catechisti, ministri straordinari) legato al passo evangelico della condivisione dei pani e dei pesci del Vangelo di Marco 6, 30-44. Ogni giorno vengono messi in comune il poco di ciascuno (5 pani e 2 pesci) perché possano diventare quel tanto che basta a soddisfare la fame di tutti”. A fine maggio è iniziato il cammino di conoscenza e formazione con più di 100 giovani animatori, che prestano il loro servizio per i piccoli per ‘colorare’ le strade della Vignazza. Sono adolescenti e giovani, tra i 15 e i 20 anni, provenienti da tutte le parti di Modica e hanno deciso di impegnare il proprio tempo per metterlo a disposizione degli altri. Molti sono stati seguiti durante l’anno scolastico attraverso le attività che Crisci ranni e la Caritas hanno proposto loro. Padre Gianni Treglia, Maurilio Assenza, Fra Francesco Bellaera, Emanuele Basile, Riccardo e Barbara, coppia della comunità di Fratel Biagio Conte, hanno condotto gli incontri offrendo ai giovani opportunità di confronto, dialogo e dibattito.
Leggi tutto
sanpietro

Grande festa a Modica per il patrono San Pietro

MODICA (di Elisa Montagno) – Una processione molto partecipata. Con numerosi fedeli e devoti a fare da cornice. E con il grande entusiasmo dei modicani emerso, ancora una volta, nei confronti del patrono. Ieri sera è stato il momento clou della festa di San Pietro apostolo con l’artistico simulacro del Civitelli che è uscito dalla chiesa Madre salutato dal giubilo di centinaia di persone che hanno voluto così sottolineare la propria attenzione nei confronti di una manifestazione religiosa che appartiene al senso di comunità dell’intera città di Modica. Anche quest’anno, poi, si è registrata la processione congiunta dei simulacri dei santi apostoli (ieri cadeva anche la solennità di San Paolo) che ha fornito all’evento un motivo di interesse in più. Già giovedì sera c’era stata la traslazione del simulacro di San Paolo. E ieri sera, subito dopo la solenne concelebrazione eucaristica presieduta da mons. Corrado Lorefice, arcivescovo metropolita di Palermo, i due simulacri sono usciti dalla chiesa Madre ed è stato dato il via alla processione lungo corso Umberto, animata da migliaia di persone presenti in occasione del giorno di festa. La processione è proseguita per via Marchesa Tedeschi con una prima sosta a Santa Maria. Poi, ha fatto ritorno per corso Umberto verso piazza Matteotti e quindi la chiesa di San Paolo dove si è registrata un’altra sosta. La processione è stata accompagnata dalla civica filarmonica Città di Modica diretta dal maestro Francesco Di Pietro. Alla fine, quindi, lo spettacolo pirotecnico, molto apprezzato, e il rientro in chiesa Madre del simulacro di San Pietro che ha chiuso un’edizione dei festeggiamenti tra le più riuscite di questi ultimi anni. Quest’anno, insomma, la comune memoria dei due apostoli, Pietro e Paolo, esprime, anche nella festa, il cammino di unità delle comunità credenti, la cui sorgente resta l’unica mensa eucaristica. E’ stato questo il messaggio che i sacerdoti fra’ Antonello Abbate, parroco dell’arcipretura di San Pietro, don Rosario Rabbito, parroco di San Paolo, e fra’ Emanuele Cosentini hanno deciso di rivolgere alla comunità in occasione dei giorni dedicati alla festa del patrono di Modica caratterizzata da un programma liturgico ricco di contenuti. La partecipazione poi di mons. Lorefice ha reso l’appuntamento spirituale ancora più significativo. La solenne concelebrazione eucaristica, infatti, si è tenuta in una chiesa Madre gremita di fedeli.
Leggi tutto
MOMNTAGNO

“Mani di questa Terra”, scatti di Caccamo in mostra alla Fondazione Grimaldi

La mostra, affiancata da eventi collaterali che intendono promuovere l’identità territoriale e i suoi valori, è organizzata da Sava & Sava communication con il coordinamento di Salvatore Curcio e Concetto Iozzia e il patrocinio dell’Associazione culturale Franco Ruta.
All’inaugurazione, che si terrà giovedì 28 alle ore 20 (preview per i giornalisti alle ore 18), interverranno l’autore Giovanni Caccamo, il presidente della Fondazione Grimaldi Giuseppe Barone, la scrittrice Lucia Trombadore e Giuseppe Savarino direttore di Sava & Sava communication.
Caccamo ha iniziato la carriera di fotografo per l’agenzia Grazia Neri di Milano. In seguito si è dedicato alla regia di trasmissioni televisive di successo in onda in prima serata sui canali Rai e Mediaset. Regista di spot ed eventi per aziende automobilistiche, bancarie, tessili e di telecomunicazioni italiane ed estere, è autore di libri e mostre fotografiche in tutta Italia.
In “Mani di questa Terra” l’autore espone oltre trenta scatti in bianco e nero che immortalano mani di contadini e artigiani solcate da rughe, callose per la fatica del lavoro, impegnate in abili gesti tramandati da un’antica sapienza. Il suo intento, come scrive Lucia Trombadore nel testo che accompagna la mostra, non è tanto quello di rendere esplicito «il dato descrittivo dell’operazione artistica, cioè l’archiviazione memorialistica di mestieri perduti, di abilità in estinzione, di oblio della tradizione». Ma, piuttosto, quello di esprimere un «dato simbolico e ontologico»: le qualità e le capacità che si esprimono attraverso la manualità, cioè quella «speciale mistura di intelligenza e funzionalità, espressività e sensibilità, elaborazione ideale e manipolazione materiale, attraverso la quale il mondo umano […] si trasforma in un ambiente prodigiosamente plasmato dall’immaterialità dello spirito e dalla corporeità della mano».
Sono previsti, inoltre, quattro eventi (l’8, il 15, il 22 e il 29 luglio alle ore 20) dedicati all’importanza che saperi, mestieri e tradizioni iblee hanno avuto nel lavoro di talenti che onorano il nome di questa terra in tutto il mondo. La mostra potrà essere visitata dal lunedì al sabato dalle ore 10 alle 13 e dalle ore 16 alle 20.
Leggi tutto
TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica