Vittoria: Moscato si difende dalle accuse

Non ho mai avuto un rapporto di sudditanza nei confronti di Peppe Nicosia, ed ancora dalla precedente  amministrazione non ho ricevuto alcun compenso se non il gettone di presenza come consigliere comunale, ci sono gli atti che parlano”. Sono queste le parole pronunciate oggi, in conferenza stampa, dal sindaco di Vittoria, Giovanni Moscato, all’indomani del terremoto che ha investito la città con l’operazione exit pool, che ha portato agli arresti domiciliari, fra gli latri, l’ex sindaco di Vittoria Giuseppe Nicosia ed il Fratello Fabio attuale consigliere comunale, Corruzione elettorale; è pesante l’accusa mosse dalla magistratura a Moscato che, questa mattina, ha convocato i giornalisti, spiegando la sua posizione, sviscerando dati e numeri dal giorno del suo insediamento a Palazzo Iacono. L’inchiesta punta anche a fare luce su alcune assunzioni che sarebbero stati fatti in cambio di favori elettorali. Tutta questa vicenda non scoraggia Moscato; anzi alza la testa e difende il suo operato

Leggi tutto

Terremoto giudiziario a tre giorni dal voto a Vittoria

Azione del Gico della guardia di finanza e della Dia di Catania che stamane hanno sequestrato atti e documenti a Vittoria. Un’inchiesta legata sicuramente alle passate elezioni ma che potrebbe essere connessa anche a quelle attuali. Infatti, i finanzieri sono stati nei comitati elettorali dei due candidati al ballottaggio, Francesco Aiello e  Giovanni Moscato e in quelli di altri candidatri a sindaco, sconfitti al primo turno oltre che al comune e al mercato ortrofrutticolo. Ci sarebbero già indagati per 416 ter, ossia scambio elettorale politico-mafioso. Un terremoto giudiziario a tre giorni dal ballottaggio. L’indagine del sostituto procuratore, Valentina Sincero e del procuratore aggiunto Amedeo Bertone della Procura di Catania, scaturirebbe da dichiarazioni di due collaboratori di giustizia: Biagio Gravina e Rosario Avila. 50 gli uomini della Guardia di Finanza di Catania che stanno lavorando.

Leggi tutto
TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica